Contraccezione è libertà. Consapevolezza è libertà. Informazione è libertà.

Questi concetti, così chiari e semplici, sembrano necessitare ancora di una spinta, di un aiuto per poter emergere nella loro importanza e per questa ragione, in collaborazione con Bayer, ho iniziato un percorso molto interessante durante il quale abbiamo affrontato insieme tematiche connesse alla contraccezione ed alla libera scelta che noi donne abbiamo nei confronti del nostro corpo e della nostra mente. Abbiamo parlato dei sistemi contraccettivi intrauterini e di quanto sia importante riflettere e conoscere le possibilità che abbiamo di fronte a noi in merito alla contraccezione femminile.

E tutte queste informazioni hanno generato domande, dubbi, curiosità, confronti. Ho così deciso di raccogliere tutti gli input ricevuti nei mesi e sottoporli a due esperte del settore: la dottoressa Manuela Farris – consigliere della Società italiana di Ginecologia dell’infanzia e dell’adolescenza (SIGIA) e membro della Società italiana di contraccezione – e la dottoressa Roberta Rossi –psicologa e psicoterapeuta, Presidente della Federazione italiana di sessuologia scientifica.

Abbiamo parlato insieme di pillola, preservativo, sistemi intrauterini, cerotto ed anello. Di visite ginecologiche, di primipare, di mestruazioni. Abbiamo discusso di noi donne a tutto tondo e ne sono emersi interessanti spunti che ho scelto di condividere con voi attraverso questo articolo. Se avete ulteriori domande scrivetemi, anche in privato attraverso i social network: la corretta informazione può cambiarci in meglio la vita!

Contraccezione in correlazione con l’età/ verginità/ post gravidanza. Ci sono regole base o dipende dalla persona?

R: Ogni fase e stagione della vita comporta dei cambiamenti. Come regola di base dovresti, assieme al tuo medico, decidere quale è il metodo più adatto in base alle tue scelte di vita in ambito contraccettivo e rispetto al quadro clinico che il medico può definire. Ognuna di noi è unica e irripetibile e ogni scelta e “terapia” deve essere quanto più possibile personalizzata

Verginità: quando dovrebbe essere effettuata la prima visita?

R: Di base, salvo altre problematiche, dovrebbe essere effettuata in occasione del primo rapporto. Questa è l’indicazione dell’esperta.

Problemi acne: è vero che la pillola li risolve?

R: Sì, l’esperta ha confermato che uno dei benefici secondari della contraccezione ormonale perché, a volte, la causa stessa dell’acne è l’eccesiva produzione di alcuni tipi d’ormoni da parte del nostro corpo. Chiaramente devi approfondire il tuo caso con il tuo ginecologo e valutare assieme se la terapia contraccettiva può essere la soluzione giusta per la tua problematica

Problemi correlati alla ricerca di gravidanza dopo l’uso di pillola per tanti anni: c’è connessione o no?

Su questo aspetto l’esperta che ho incontrato è stata molto chiara: è dimostrato il contrario, la contraccezione ormonale è protettiva rispetto alla fertilità futura. Non solo: alla sospensione sembra che le possibilità di rimanere incinta aumentino! Chiaramente sulla scelta del metodo più giusto per te è fondamentale che ti rivolga al tuo medico ginecologo.

Dopo quanto tempo che si prova a avere un figlio bisognerebbe preoccuparsi?

Dipende da molti fattori che variano da persona a persona e dunque, nel momento in cui di ricerca una gravidanza per alcuni mesi è opportuno rivolgersi al medico per approfondire il caso. Ovviamente i figli si fanno in due: dunque l’approfondimento clinico deve essere fatto su entrambi i partner.

Gravidanza indesiderata: il tema dell’interruzione come va affrontato?

E’ un argomento complesso che coinvolge molti aspetti psicologici e relazionali per la persona che si trova nelle condizioni di prendere questa decisione. La IVG è un diritto e dunque lo Stato garantisce precise forme di tutela e assistenza. Qui qualche informazione http://www.sceglitu.it/sesso-e-salute/ivg/aborto-una-scelta-difficile/art-150

Pillola del giorno dopo: in cosa consiste esattamente?

Ecco qui tutte le info sulla contraccezione d’emergenza http://www.sceglitu.it/contraccezione/pillola-giorno-dopo/la-pillola-del-giorno-dopo/art-97

Post parto: quali problematiche possono nascere dopo un parto naturale? Si “torna come prima”?

Dare alla luce un figlio è un’esperienza che incide su molteplici aspetti legati alla tua persona come donna, compagna, mamma. Le casistiche sono molteplici e dunque bisogna valutare caso per caso in base a vari fattori (età, andamento della gravidanza esiti e complicanze del parto) Puoi parlarne con il tuo ginecologo che saprà darti un quadro completo in base alle tue caratteristiche.

Closeup of pregnancy test and contraceptive pills birth control concept

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata