Voce e spazio alle donne. Non sapevo come scriverlo meglio di cos矛 e quindi lo faccio dire ad altre persone, attraverso una serie di podcast – li trovi indicati con il simbolo 馃帶 nel titolo – e libri femministi. Minimo comune denominatore appunto: essere femministi, femminili, dedicati alle donne, dedicati a noi. Enjoy

Morgana, STORIELIBERE.FM. 馃帶 Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, ampliano la casa delle donne fuori dagli schemi raccontando le storie di chi ha trasformato il proprio corpo nel miglior mezzo espressivo di s茅. Le nuove protagoniste affrontano i pregiudizi, gli stereotipi e le violenze di genere seguendo la regola dell鈥檜nicorno: 鈥淧uoi essere tutto ci貌 che vuoi鈥.

Poverine CARLOTTA VAGNOLI 馃帶 “Ogni volta in cui le donne vengono ammazzate la reazione unanime 猫 sempre quella di un composto, sommesso, quasi imbarazzato: poverina“. Quando leggiamo la notizia di un femminicidio stiamo in realt脿 leggendo un’altra storia: quella di chi quel gesto l’ha compiuto, quasi mai di chi l’ha subito. Carlotta Vagnoli ci accompagna in questo libro, spazzando le formule con cui il giornalismo nostrano tende a occultare i meccanismi della societ脿 patriarcale, indicando uno dopo l’altro gli anelli di questa catena e ci mostra come spezzarla.

Biglietto blu SOPHIE MACKINTOSH. Tutti sanno come funziona la lotteria: con l’arrivo del primo ciclo mestruale, ogni ragazza viene chiamata a conoscere il proprio futuro attraverso l’estrazione di un biglietto: bianco o blu. Il biglietto bianco significa matrimonio, figli, dedizione totale alla famiglia. Il biglietto blu, invece, prevede carriera, indipendenza e sancisce il divieto assoluto di diventare madre. Il destino di Carla 猫 associato al biglietto blu, fino a che lei non inizier脿 ad ascoltarsi ed a seguire i suoi impulsi, ribellandosi alla lotteria.

Brutta. Storia di un corpo come tanti. GIULIA BLASI 馃帶 Una donna nasce, cresce e passa tutta la vita a tenersi alla larga dall’essere identificata come 鈥渂rutta鈥: 猫 la storia raccontata da Giulia Blasi in questo libro, una raccolta di saggi brevi che strizzano l鈥檕cchio a una serie di monologhi lucidi, a met脿 tra ferocia e risata. Dall’infanzia alla prima adolescenza, dai vent’anni all’et脿 in cui comincia l’invecchiamento, la storia del suo corpo 猫 la storia del corpo di ogni donna: un corpo che va nel mondo con la consapevolezza della quantit脿 di spazio che pu貌 occupare e di attenzione che pu貌 pretendere in ragione di come viene etichettato. Una consapevolezza che cambia prospettiva se ci si pone la domanda iniziale e poi si prosegue secondo la stessa logica chiedendosi: chi ha detto che, per occupare uno spazio pubblico, per vivere appieno in societ脿, si debba per forza essere belle?

Liberati della brava bambina MAURA GANCITANO e ANDREA COLAMEDICI

Cosa significa essere donna? Non alzare la voce, non ribellarsi. Obbedire al padre, al marito, alla societ脿. Significa calma e sottomissione. Dover essere una brava bambina, poi una brava moglie e una brava madre. Eppure per qualcuna tutto questo non basta. Attraverso otto storie che spaziano dal mito alla contemporaneit脿, gli autori raccontano l鈥檃ltra faccia della luna: e cio猫 come fin dagli albori dell鈥檜manit脿, in saghe, leggende ed epopee letterarie, i modelli di donne forti sono sempre stati ridotti al silenzio. Ma dal nuovo racconto delle storie di Era, Medea, Daenerys, Morgana e le altre, se ci si pongono le domande giuste, possono risultare modi diversi di vivere se stesse e la propria femminilit脿, di leggere i meccanismi che circondano e intrappolano. Con la guida della filosofia, che ci aiuta a domandarci il significato delle cose e ci indica un comportamento nel mondo, questi ritratti femminili insegnano come trasformare le gabbie in chiavi e volgere le difficolt脿 in opportunit脿. Solo cos矛 ci si potr脿 finalmente permettere di esistere, e non aver paura di fiorire.

Dovremmo essere tutti femministi CHIMAMANDA NGOZI ADICHIE

In questo saggio molto personale, scritto con grande eloquenza – frutto dell’adattamento di una conferenza TEDx dal medesimo titolo di straordinario successo – Chimamanda Ngozi Adichie offre ai lettori una definizione originale del femminismo per il XXI secolo. Attingendo in grande misura dalle proprie esperienze e riflessioni sull’attualit脿, Adichie presenta qui un’indagine d’autore su ci貌 che significa essere una donna oggi, un appello di grande attualit脿 sulle ragioni per cui dovremmo essere tutti femministi. In un contesto in cui il femminismo era considerato un ingombrante retaggio del secolo scorso, la posizione di Adichie ha cambiato i termini della questione. Alcuni brani della sua conferenza sono stati campionati da Beyonc茅 nel brano Flawless e hanno fatto il giro del mondo. La scritta FEMINIST a caratteri cubitali come sfondo della performance dell’artista agli Mtv Video Music Awards e il famoso discorso dell’attrice Emma Watson alle Nazioni Unite in cui si dichiara femminista sono segni evidenti del fatto che c’猫 un prima e un dopo “Dovremmo essere tutti femministi”.