Il 2013 猫 ormai entrato nel vivo, e con l鈥檃llontanarsi delle feste invernali 猫 ripartito anche il progetto 鈥減er tutti i gusti鈥 riprendendo esattamente da dove ci aveva lasciati l鈥檃nno scorso: serate dedicate alle eccellenze enogastronomiche di una regione italiana, in questo caso la Liguria, in cui chef stellati in trasferta a Milano, al ristorante Il Canneto dello Sheraton Malpensa, raccontano la loro visione della cucina regionale. Un viaggio d’Italia goloso tutto da assaporare

 

IMG_0762

 

IMG_0752

 

La Liguria 猫 una regione troppo spesso data per scontata, anche dagli stessi liguri. Una sottile striscia di terra racchiusa fra le montagne ed il mare con tanto da trasmettere, ma di cui si ignorano ancora oggi tante piccole perle da scoprire. Ecco allora che occasioni come la cena di 鈥減er tutti i gusti鈥 diventano perfette vetrine per mettere in mostra una pregevole selezione delle tante chicche che la regione ha da offrire. Partendo da subito forte con l鈥檃peritivo in cui la combinazione di delicatezze di mare e golosit脿 di terra viene innaffiata dall鈥檌nteressante spumante Metodo Classico Abissi di Bisson. Un blend di vitigni bianchi autoctoni liguri affinato, primo ed unico, sott鈥檃cqua nel golfo di Portofino per 18 mesi, permanenza di cui le bottiglie recano incrostati i segni

 

IMG_0758

 

IMG_0765

 

La cena vera e propria parte invece col botto: la crema di carciofi di Albenga, seppie al nero e scorzette candite di limoni preparata dallo chef Flavio Costa dell鈥Arco Antico di Savona聽 猫 un tripudio di sapori. I carciofi di Albenga sono una di quelle piccole gioie del palato di cui parlavo prima, delicati e saporiti rappresentano la quintessenza del carciofo. Preparati sotto forma di crema la loro delicatezza viene esaltata dall鈥檜tilizzo di un ottimo olio evo della riviera ligure mentre le seppie, che conservano intatto il sapore del mare, danno brio al piatto ricordando lo spumeggiare delle onde. Le scorzette candite sono un tocco di classe che dona una nota acidula davvero gradevole, un piatto ottimamente riuscito. Anche col vino non si poteva partire meglio: il Pigato Riviera Ligura di Levante 2011 di Mauro Feola ha la corretta carica di sapidit脿 per abbinarsi perfettamente al piatto

 

IMG_0784

 

IMG_0776

 

Il primo piatto 猫 la riproposizione in chiave personale di un grande classico della cucina ligure proposto dallo chef Ivano Ricchebono del The Cook di Genova: tortelli di patate con pesto, fagiolini e croccante di pinoli. Grande morbidezza per i tortelli ed il loro ripieno, a cui il sempre ottimo pesto Rossi del buon Roberto Panizza dona una bella nota movimentata. Il croccante di pinoli conferisce invece la giusta consistenza al piatto, completandolo in maniera perfetta. In abbinamento quello che, a mio parere, 猫 risultato essere il migliore vino della serata: Vermentino Solarancio Colli di Luni 2011 della piccola cantina La Pietra del Focolare. Una breve macerazione sulla bucce dona carattere e morbidezza ad uno dei vini simbolo della produzione ligure, che risulta strutturato eppure estremamente beverino, davvero una bella bottiglia

 

IMG_0790

 

IMG_0787

 

La portata principale 猫 proposta dallo chef Giuseppe Ricchebuono della Fornace di Barbabl霉 al Palazzo Vescovile di Noli (SV) e risulta un perfetto concentrato della cucina povera della regione tirrenica: sugarelli e castagne di Calizzano. Il sugarello 猫 forse uno dei pesci pi霉 comuni ed umili del mar ligure, spesso bistrattato e scartato. Nella preparazione dello chef Ricchebuono invece, l鈥檃ffumicatura conferisce spessore gustativo e va ad esaltare le caratteristiche del pesce. La mousse di castagne, leggermente dolce, si sposa alla grande con l鈥檃ffumicato del sugarello. Mare e monti in un piatto umile e tradizionale quanto saporito ed originale, da riprovare. In abbinamento il Rossese di Dolceacqua 聽di Terre Bianche, un鈥檈tichetta storica della denominazione聽 che avvalora la mia idea che il rosso col pesce spesso ci va proprio a nozze

 

IMG_0796

 

IMG_0798

 

Il dolce non poteva prescindere da uno dei grandi prodotti agricoli della provincia di Savona, il chinotto, che lo chef Claudio Tiranini del ristorante Spurcacciuna (di Savona naturalmente) propone in tre preparazioni: mousse al limone timo e chinotto, bab脿 con crema di chinotto e semifreddo al chinotto e pepe nero. Un piccolo viaggio alla scoperta della versatilit脿 di questo agrume che ben si sposa con gusti e consistenze diverse. Una sorpresa il semifreddo in cui il pepe d脿 quel tocco di speziato che va ad esaltare il chinotto senza snaturarlo. In accostamento il Granaccio dolce 2009 di Bisson

 

IMG_0837

 

IMG_0770

 

Una serata a cui mi ha fatto veramente piacere partecipare perch茅 ho visto una Liguria alla riscossa, con tanta voglia di farsi scoprire, assecondiamola!

Il Fede

聽聽聽聽聽聽聽聽聽聽IMG_0800IMG_0841

Articolo scritto e redatto da Federico Malgarini | Tutti i diritti sono riservati