Oggi si conclude la mia settimana della dieta detox. Prometto che non vi spammerò più foto su foto di alimenti verdi e privi di calorie. Giuro che stasera farò una cena come si deve e saluterò i buoni propositi per un po’ . Devo ammettere che non è stato facile, anzi, ero circondata da tentazioni tipo questa nella foto..  il che non ha reso proprio una passeggiata questa settimana, ma dopo i primi due giorni, devo ammettere, che è stata in discesa

Vi premetto subito che non so dirvi se ho perso peso perchè, da quando non vivo più con i miei genitori, non posseggo una bilancia in casa, perciò non ho idea di quale sia il mio peso adesso nè tantomeno quello di 7 giorni fa, ma posso garantirvi che indosso di nuovo i jeans nei quali non entravo più (sensazione più brutta di quella credo non ce ne sia..) e che la mia pelle ne ha tratto un indiretto giovamento

Lavorando e non vivendo più a casa dei miei, la dieta si è dimostrata complicata: un po’ per il problema pranzo (io lavoro in centro a Milano, praticamente in Duomo e ci sono solo -o quasi- locali che vendono cibo per turisti, avete presente la lasagna, la parmiggggggiana? ecco, esattamente quello) , un po’ perchè le mie doti in cucina rasentano lo zero e comunque non si avvicinano certo al concetto “prendo due verdure e le rendo appetitose”

ad aiutarmi però in questo arduo compito sono giunti degli amici della dieta detox: siti web che consegnano delivery in ufficio come, dove e quando vuoi, bar che spremono arance e pompelmi sul momento e la santa donna del negozietto di frutta&verdura dietro casa mia. La cucina casalinga si è trasformata in un orto e le mie cene sono state più o meno così, ma sono soddisfatta del risultato ottenuto!

La dieta è semplice: prendi 7 giorni consecutivi e ti impegni a mangiare praticamente solo verdura e frutta: come e quanta ne vuoi. Bollita, cruda, con il pinzimonio. Basta che ne mangi e ne mangi. A questa aggiungi spremute, frullati (possibilmente non zuccherati) e comunque in entrambi i casi rigorosamente di frutta fresca, acqua naturale in quantità industriale (ti sentirai un po’ come un cammello, ma fidati che per la cellulite è un toccasano!). Durante la settimana, a pranzo o a cena, a piacere inserire un pasto di carne rossa ed uno di pesce. Per la colazione invece sono dell’idea che quella è free: serve energia e buon umore ed io alle 4 fette biscottate con la Nutella non rinuncio nemmeno per i miei jeans preferiti. Importante anche l’inserimento di carboidrati per non abbassare il metabolismo basale tendendo ad ingrassare nel post-dieta (Sara Pierantozzi docet: su twitter @dimagriredieta !)

se sai già di non riuscire a tenere a bada lo stomaco fra un pasto e l’altro: armati di yogurt e frutta fresca, spuntini leggeri, nutrienti e pieni di vitamine

Veniamo adesso agli amici della dieta detox, partiamo da lui:

lattughino era un sito che avevo appuntato tempo fa nella lista del to do, ma che non avevo  mai avuto occasione di sperimentare. E quale migliore momento di questo? Ho ordinato a pranzo, tramite il loro form sul sito. Arrivati precisi e puntuali. Ho preso da loro una zuppa di zucca (euro 6,00 euro), una spremuta di arancia (prezzo 3.50 euro) ed una crema di carote e ginger (prezzo 6.00 euro). Tutto buonissimo e devo dire che le porzioni non erano nemmeno piccole! L’unico inconveniente, se siete da soli, è che l’ordine minimo è di 15 euro, ai quali vanno aggiunti 3 euro per la consegna. Potete sbirciare il loro menù QUI.

 Un altro aiuto è arrivato da un nuovo locale che ha aperto qualche mese fa in centro: Soupercups. Non fanno ancora consegna a domicilio (anche se sul loro sito recano la scritta coming soon) ma la loro posizione strategica mi ha permesso di appoggiarmi a loro. Anche essi sono specializzati in zuppe, ma io prediligo le loro quiche di verdure (prezzo 3.80 euro) ed i frullati energetici e veramente buoni (prezzo 3.50 euro) che fanno rigorosamente sul momento

Pro & Contro – della serie tiriamo le fila di questa settimana

1. Ho speso un capitale e questo sicuramente lo annovero nei contro. Eh si, purtroppo mangiare bene e sano costa di più del resto. Fra consegne, spremute di frutta fresca, spesa dal fruttivendolo etc etc ho speso davvero molto, quasi il doppio di quello che spendo solitamente a settimana per mangiare. E questo scoraggia

2. Ho una pelle più sana, e questo è un grande pro. E l’aspetto migliore della pelle non l’ho notato solo in viso ma anche sul resto del corpo. La ritenzione idrica è diminuita, non ho più brufoletti vari sparsi e le imperfezioni del viso si sono attenuate

3. Rientro nei jeans: questo è il motivo per cui una volta ogni 3/4 mesi mi sparo una settimana detox di questo tipo. Certo non sarà la più sana del mondo e nemmeno la più efficace. Probabilmente la leggesse un nutrizionista aggrotterebbe la fronte, ma su di me funziona, e non solo fisicamente, ma anche a livello psicologico, perchè sentire che sto facendo qualcosa di buono per il mio corpo e per la mia salute mi fa stare bene più in generale

 Spero che questo articolo vi sia utile, e magari sia uno spunto per condividere trucchi e trucchetti per una vita sana ed in forma! A presto,

 Laura

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati

1 risposta

  1. mARISA

    Sicuramente x chi lavora tt il giorno e vive da sola mangiare sano nn è cosi semplice cn le mille tentazioni che ci sn in giro!io sn fortunata a vivere ancora cn i miei,e costringo quasi a mia madre,ormai si è fatta il callo a fare verdura ogni giorno come secondo e cm contorno serale!:) mi piace molto la verdura oltretutto..quindi la mangio molto volentieri,a volte la faccio gratinata tipo peperoni zucchine funghi e finocchi x renderli piu gustosi..ti assicuro che poi nn ci mette cosi tantissimo tempo ma più che altro ci vuole volontà!:) ho la fortuna di avere una mamma casalinga che lavora saltuarialmente quindi diciamo che riesce ad accontentarmi:)
    Però io accontento lei,ogni giorno mangiamo pasta cm primo..cè mio padre e mio fratello che senza nn possono stare,però nn facciamo mai cose cosi grasse ma sempre sughi leggeri o verdure e quindi 60 grammi nn mi fanno poi cosi male:)La mia tentazione sn i dolci..li adoro..e cerco di nn mangiarli ogni giorno anche se è dura..ma se penso al mio difetto ..della pancetta gonfia..allora ci penso un pò prima di mangiarli ma 2-3 volte a sett sn d’obbligo e poi tanto movimento!cmq quella quiche di verdura deve essere buonissima,ti do una ricetta buona cn la pasta brisè,prendi le melanzane grigliale(se vuoi puoi prendere quelle gia grigliate)tagliale a quadretti,poi aggiungi i pomodorini,e i quadrotti di mozzarella e fogliette di menta,amalga questo composto e mettilo sulla sfoglia di pasta briseè e in forno! Buonissima e nn molto pesante:) <3