Quando decidi di avere un figlio, o meglio, decidi di intraprendere la strada che ti porterà ad averlo – a volte lunga e tortuosa a volte immediata – non pensi di sicuro come diventerai, a quale categoria di genitore apparterrai, a come ti comporterai nel tuo nuovo ruolo di mamma e papà. Sicuramente ci sono delle cose di te che ti stupiranno, alcune che fanno già parte silenziosamente di te e che aspettano soltanto di fare la loro comparsa, mentre altre arriveranno come squarci di luce nel cielo, completamente inaspettate. Ci sono alcune cose che ti lasceranno basito, quasi incredulo perché non pensavi, in cuore tuo, di possedere tali capacità, né tanto meno di sviluppare attitudini così diametralmente opposte alla persona che fino a quel momento sei sempre stato.

Per quanto sia una persona profondamente riflessiva e con una grandissima tendenza all’autoanalisi, ci sono delle cose di me che mi hanno stupito, che mi hanno letteralmente lasciato senza parole: le ho raccolte in un piccolo elenco per condividerle con voi. Ecco quindi le 10 cose che non ti aspetti dell’essere genitore in versione Laura – ovviamente non sono in ordine di importanza ma semplicemente random

 

Essere meno impressionabile

Propendere al cambio di priorità

Amare qualcuno più di se stessi

Migliorarsi come esseri umani

Ottimizzare il tempo

Gestire i sensi di colpa

Possedere un nuovo concetto di stanchezza

Avere paura degli altri

Trovare dentro di sé risposte a domande profonde

Impegnarsi per migliorare il mondo circostante

 

Schermata 2017-01-26 alle 13.22.55
Schermata 2017-01-26 alle 13.23.24

Schermata 2017-01-27 alle 11.44.10

Schermata 2017-01-27 alle 11.44.23

Schermata 2017-01-27 alle 11.45.05

Schermata 2017-01-27 alle 11.45.21

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati