Oggi vi propongo un grande classico di primavera: le zucchine ripiene. Adoro le zucchine.. Delicate e gustose, danno un tocco colorato e freschissimo a un’infinità di piatti. Diuretiche e a bassissimo contenuto calorico – solo 13 kcal per 100 grammi- sono un ingrediente immancabile in ogni dieta. E che pensate di saltare la prova costume? Assolutamente no, quindi oggi partiamo dirette all’obiettivo con un secondo piatto light ma ricco di gusto.
Le quantità che suggerisco sono per due persone e  vi occorre un budget di 3- 4 euro

 

 

INGREDIENTI

2 grosse zucchine
1 sottiletta light
100 gr di carne di vitello
1 uovo
Sale e pepe
1 cucchiaio di pan grattato
1 cucchiaio di parmigiano
Qualche foglia di prezzemolo
Un filo d’olio

 

PROCEDIMENTO

Lavate le zucchine e tagliatele a metà, formando quattro barchette da cui ricaverete la polpa. Mettete quest’ultima in padella, tagliatela grossolanamente, aggiungete sale, pepe e un filo d’olio. Fate cuocere per cinque minuti. Nel frattempo unite in una ciotola il macinato di vitello con un uovo, il pan grattato e il parmigiano. Aggiungete un pizzico di sale i il prezzemolo tritato. Cotte le zucchine, lasciatele raffreddare e poi tritatele. Unite la verdura al composto miscelato precedentemente e riempite le zucchine svuotate.
Se l’impasto risultasse eccessivamente liquido ( le zucchine talvolta producono molta acqua), aggiustate con un pizzico in più di pan grattato. Ora tagliate a listarelle sottili la sottiletta e decorate la superficie delle zucchine. Infornate per mezz’ora a  200°.
Le barchette sono cotte quando vi apparirà ben sodo il ripieno, con quella deliziosa crosticina della sottiletta fusa che cvi farà dire: “ Ma che sto a dieta davvero?” Ebbene sì, con un rapido calcolo, ma per nulla approssimativo,  questo secondo piatto non raggiunge le 250 kcal  🙂

 

Buon appetito!

Articolo scritto e redatto da Mara Stragapede | Tutti i diritti sono riservati 

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati