I backstage sono uno degli aspetti più divertenti della settimana della moda. In questi piccoli spazi riservati, si respira davvero l’adrenalina e l’emozione pura che porterà in passerella mesi e mesi di lavoro, per pochi minuti di spettacolo. Amo molto curiosare nei backstage, soprattutto quando si parla di grandi firme, di stilisti emergenti e di persone talentuose che mettono passione in quello che fanno. Così, sabato mattina, quasi all’alba, entravo al teatro Armani per il backstage di Stella Jean. Lei è semplicemente meravigliosa: parliamo di una giovane stilista di origine italo-haitiana, che ha iniziato a lavorare nel mondo della moda sfilando come modella, per poi scoprire dopo poco il suo talento. I suoi abiti raccontano di lei, dei luoghi dove ha vissuto ma non solo, perché essi hanno un compito ben preciso ovvero rendere bella la donna che li indossa.

 

STELLA JEAN THEOLDNOW (1)

 

Nel 2011 ha vinto il prestigioso concorso Who’s On Next e da allora le sue collezioni continuano a ricevere l’apprezzamento di stampa e buyer internazionali. Conosciuta dal vivo è una persona estremamente semplice, solare e coinvolgente. È riuscita a mantenere il suo stile: chiave vincente delle sue collezioni, che si è riproposto anche durante questa settimana della moda milanese in tutto il suo splendore. A completare i suoi abiti, trucco e parrucco da 10 e lode con una special guest come Viviana Volpicella che ho avuto modo di incontrare proprio dietro le quinte del fashion show!

 

STELLA JEAN THEOLDNOW (29)

STELLA JEAN THEOLDNOW (13) STELLA JEAN THEOLDNOW (14) STELLA JEAN THEOLDNOW (15) STELLA JEAN THEOLDNOW (16) STELLA JEAN THEOLDNOW (17) STELLA JEAN THEOLDNOW (18)

 

Mentre il make-up è stato affidato alle sapienti mani di MAC Cosmetics, per la parte di Hair Stylist si è puntato su Elia Piatto con i validissimi prodotti di Shu Uemura. I capelli, da sempre riconosciuti come la cornice del viso femminile per eccellenza, non potevano che seguire le indicazioni della stilista che fa largo uso di accessori, come cappelli e bandana colorate che, anche per questa primavera estate, vengono riproposte in chiave superchic. Si è optato quindi per una riga in mezzo alla testa per definire un look preciso e dalla grande attenzione estetica mediante l’uso di Satin Design. Sulle radici è stato applicato Volume Maker per enfatizzare il volume naturale del baricentro. Mentre la lunghezza è stata incanalata in una morbida coda laterale, sul lato destro del viso della modella, alla quale si appoggiano i fiori freschi scelti da Stella e Viviana per ingentilire la figura e renderla ancora più femminile. La punta finale della coda, viene letteralmente sporcata attraverso l’utilizzo di un prodotto ad hoc, firmato sempre Shu Uemura, che ha il compito di renderla ancora più naturale ed in movimento: Touch of Gloss 

 

STELLA JEAN THEOLDNOW (3) STELLA JEAN THEOLDNOW (4) STELLA JEAN THEOLDNOW (6) STELLA JEAN THEOLDNOW (7) STELLA JEAN THEOLDNOW (9) STELLA JEAN THEOLDNOW (10) STELLA JEAN THEOLDNOW (11) STELLA JEAN THEOLDNOW (12) STELLA JEAN THEOLDNOW (28) STELLA JEAN THEOLDNOW (30) STELLA JEAN THEOLDNOW (31) STELLA JEAN THEOLDNOW (32) STELLA JEAN THEOLDNOW (35) STELLA JEAN THEOLDNOW (36)

 

La collezione proposta da Stella Jean per la nuova primavera estate 2014 è caratterizzata da un perpetuo rincorrersi di trompe-l’oeil culturali: le creazioni esplorative devo cattive nascono nel segno del proseguimento della collaborazione con l’agenzia dell’Onu, che ha favorito l’introduzione dei tessuti realizzati a telaio a mano dalle donne dei villaggi del Burkina Faso. Per le nuove stagioni estive il tripudio di colori mette in scena contrasti decisi, dalle linee sartoriali di inequivocabile matrice europea che si fonde con l’ispirazione di suggestive immagini in bianco e nero degli aristocratici percorsi vacanzieri tipici degli anni ’60. Il tema del viaggio viene qui ripreso, tramutandosi in un viaggio da sogno che inizia su una Aquariva in partenza dalla Costa Azzurra, fino ad approdare sull’affascinante costa italiana, da godersi con spensieratezza in sella ad una lambretta.

Dopo capo, riviviamo il diario di un viaggio estemporaneo, in cui racconti si rincorrono per ritrovarsi in una narrativa di immagini nuove. Colori, elementi tridimensionali, applicazioni che rendono le creazioni di Stella Jean ricche ed incantevoli. Abbiamo tutto questo nella nuova collezione primavera estate, dove l’aggettivo “etnico”si va fondendo con il gioco d’apparenze e di rimandi al quale lo spettatore viene sottoposto. Le righe orizzontali diventano padrone dei tessuti canvas rigati utilizzati per i capispalla e per le gonne dai tagli retrò. Troviamo anche un richiamo ai collegi britannici, che costituiscono in realtà il portabandiera della cultura del Burkina Faso, stato dell’Africa occidentale e terra degli uomini integri.

Laura

 

STELLA JEAN THEOLDNOW (19) STELLA JEAN THEOLDNOW (20) STELLA JEAN THEOLDNOW (21) STELLA JEAN THEOLDNOW (22) STELLA JEAN THEOLDNOW (23) STELLA JEAN THEOLDNOW (24) STELLA JEAN THEOLDNOW (25) STELLA JEAN THEOLDNOW (26) STELLA JEAN THEOLDNOW (27) STELLA JEAN THEOLDNOW (37)

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati