Sportmax propone in passerella il ritmo tranquillo e rilassato dell’estate, attraverso una collezione primavera estate 2015 pulita e effortless presentata in alta definizione, come le luci calde e le linee precise di una fotografa di Louise Dahl Wolf. Il lucro proposto è semplice, disinvolto e ricercato al medesimo tempo, perfetto per una donna forte e decisamente femminile. Il tessuto, come la iuta, il canvas e una nuova rafia di jersey propongono un aspetto craftly, come se fossero lavorati a mano. Gli orli vengono rifiniti e le cucitura vista sottolineano la bellezza dell’imperfetto. Alcuni nodi creano motivi intriganti e funzionali, senza mai portare all’ostentazione nella costruzione degli abiti. Gli accessori seguono lo spirito disinvolto della collezione: le borse rettangolari in pelle sono morbide come cuscini, mentre i sandali dalla spessa suola in gomma a strati, decorati da nastri o intrecci, sono perfetti per una passeggiata in estate. Sportmax propone così per le prossime stagioni primavera estate 2015 silhouettes volutamente semplici dove le tasche oversize conferiscono ai capi un aspetto assolutamente casual. Il blazer, stretto in vita e con spalle costruite, propone una nuova lunghezza e viene indossato su gonne sottili di maglia che arrivano sotto al ginocchio mentre le giacche corte sono usate come cardigan su pantaloni ampi. La gamma degli abiti viene poi completata da tee a tunica, senza spalline o lunghe fino ai piedi. La donna qui ci si spira è disinvolta e frizzante, ha voglia di tessuti pittorici a scacchi giganti che cospargono i leggeri abiti estivi e ricordano le pennellate grafiche e decise di un dipinto di Franz Kline

01 (1)

02 (1)

03 (1)

08 (1)

13

15

27

 

Credits fotografici SportMax | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati