I lavaggi frequenti, il calore estivo, l‚Äôacqua della piscina o del mare, le altezze della montagna, i cambi repentini di temperatura e umidit√† possono indebolire i capelli in estate. Per questa ragione l‚Äôestate √® senza dubbio la stagione che pi√Ļ mette a dura prova i nostri capelli e la loro salute e, pertanto, √® opportuno ricorrere a piccoli escamotage e tips che possano funzionare da alleati per avere i capelli perfetti anche in estate.

Il primo passaggio √® sempre la detersione che, in estate, significa lavaggi frequenti, se non quotidiani dei capelli. Il nostro corpo tollera bene i lavaggi e la pulizia, ma dobbiamo sempre tenere a mente che la scelta dei prodotti ideali per la nostra cute e per le nostre esigenze √® un fattore di grande importanza, nella selezione delle formule che entreranno a contatto con la nostra pelle e con i nostri capelli. Durante l’estate, quindi, √® meglio prediligere i prodotti pensati e formulati per lavaggi frequenti che aiutino quindi a pulire la superficie, senza essere eccessivamente aggressivi. Dopo aver effettuato lo shampoo, procedere con un balsamo o una maschera idratante, alternandoli nei lavaggi, seguendo le esigenze del proprio cuoio capelluto e delle lunghezze che possono necessitare di prodotti specifici: come ad esempio idratanti, districanti etc.

Una volta effettuata la detersione, i capelli sono particolarmente fragili perch√© bagnati e pi√Ļ pesanti del solito. In questa fase √® quindi necessario essere quanto pi√Ļ delicati con i capelli, strizzandoli e stressandoli il meno possibile. In queso passaggio, personalmente, sconsiglio l’utilizzo di spazzole e pettini perch√© potrebbero andare a rompere il capello bagnato, procurando un danno irreparabile. Una volta usciti dalla doccia, il consiglio quindi √® di avvolgerli in un asciugamano, preferibilmente in microfibra e lasciarli avvolti in questa coccola di morbidezza quanto pi√Ļ possibile. L’acqua possiede una caratteristica importante: la capillarit√†, una propriet√† che risulta dall’azione combinata della coesione tra le molecole d’acqua e dell’adesione alla superficie di un’altra sostanza; questo significa che l’acqua si distribuisce sulle superfici, allargandosi il pi√Ļ possibile: per questa ragione, una volta avvolti i capelli nell’asciugamano, l’acqua tender√† a distribuirsi sull’asciugamano, “liberando” i nostri capelli dall’eccesso di acqua.

Una volta rimosso l’asciugamano in microfibra, i capelli saranno ancora bagnati, ma non pi√Ļ gocciolanti, questo significa che la maggior parte dell’acqua da loro trattenuta √® stata liberata. A questo punto inizia la parte dedicata all’asciugatura dei capelli che, durante l’estate, pu√≤ avvenire in due modi. Il primo modo √® lasciare asciugare all’aria i capelli, senza sottoporli quindi a nessuna fonte di calore esterno.

Se invece le esigenze, i desideri e le necessit√† prevedono l’asciugatura con un phon √® importante regolarne temperatura e potenza, posizionando entrambi i valori al minimo possibile. Per asciugare i capelli, infatti, non √® necessario phonarli con un calore eccessivo, n√© tantomeno stressarli con una potenza troppo intensa.¬†L’utilizzo del phon, oltre a diminuire i tempi di asciugatura, ci permette anche di mettere in forma i capelli, cio√® di iniziare a dargli una definizione desiderata. Per utilizzarlo al meglio per√≤ √® importante non solo regolare temperatura e potenza, ma anche applicare sui capelli, soprattutto sulle lunghezze e punte, un termo protettore che vada quindi a creare uno schermo protettivo rispetto al calore, mantenendo intatta la possibilit√† di asciugare i capelli con un dispositivo. Una volta applicato il termo protettore e districati i capelli grossolanamente con le dita (finora non abbiamo ancora utilizzato pettine e spazzola che arriveranno dopo), andiamo ad utilizzare il phon ricordandoci sempre di tenerlo distante dalla cute e dei capelli, con una distanza di almeno 15/ 20 cm, in maniera da non danneggiare la struttura del capello. Un buon consiglio, sempre connesso all’utilizzo del phon, √® quello di direzionare il flusso di aria rispetto alla direzione dei capelli, ovvero asciugarli in maniera che il flusso d’aria sia parallelo al capello: questa accortezza permette di evitare nodi, ma anche danni ai capelli stessi.¬†

Una volta che i capelli saranno perfettamente asciutti, quindi non umidi e tanto meno bagnati, possiamo procedere con l’eliminazione dei nodi. Per farlo si pu√≤ scegliere un pettine oppure una spazzola, l’importante √® che gli strumenti siano utilizzati a partire dalle punte risalendo gradualmente fino alle radici dei capelli, di modo che possano sbrogliare i nodi a partire dal basso, per risalire verso la cute. Questo passaggio √® molto importante soprattutto per chi ha i capelli mossi e lunghi, perch√© permette di liberare le ciocche dai nodi senza stressare troppo i capelli.

A questo punto: con i capelli asciutti perfettamente districati, se si desidera, si pu√≤ passare allo styling successivo con l’utilizzo di una piastra, o di un cono. Il termo protettore √® stato applicato in precedenza quindi √® gi√† presente sull’intera lunghezza e il capello asciutto permetter√† un lavoro preciso senza danni. Anche in questa fase, dobbiamo fare attenzione alla potenza e al calore dello strumento che utilizziamo: molto spesso la piega riesce alla perfezione senza impostare il massimo di questi valori. Un altro consiglio utile, soprattutto per chi lavora con lo scopo di uno styling liscio, √® quello di non passare il dispositivo pi√Ļ volte sulla stessa ciocca, ma piuttosto passarlo lentamente una sola volta sulla ciocca che si vuole lavorare. Una volta lavorati i capelli il mio consiglio √® quello di lasciarli raffreddare prima di aprirli nel caso di onde o boccoli, in maniera che le singole ciocche memorizzino al meglio la forma desiderata. Per l’apertura si pu√≤ procedere con un pettine a denti larghi, una spazzola o semplicemente le dita della mano.

 

Per chi ha i capelli fini, sottili, o che fanno fatica a tenere la piega, il mio consiglio √® di spruzzare una lacca leggera una volta terminato il lavoro, in maniera che questa dia sostegno alla piega e al volume realizzati. Un ultimo consiglio, perfetto per l’estate, ma utilizzabile durante tutto l’anno, √® quello di applicare un olio sulle lunghezze e punte in maniera da idratarle e lasciarle idratate fino al lavaggio successivo. 

e voilà: capelli perfetti in estate

Lau