A volte ci si fa prendere dalla voglia di viaggiare “lontano”, come se la nostra splendida penisola non avesse abbastanza da offrirci. Nulla di più errato. Scartate aerei, traghetti e voli di ogni sorta. Scegliere città e luoghi vicini, raggiungibili con la macchina in un numero di ore ragionevoli

Ecco la mia scelta per un weekend. Complice la macchina e la fortuna di aver trovato poco traffico vi racconto di un fine settimana a Lerici, o meglio in quella lingua di Liguria che strizza l’occhio alla Toscana pur rimanendo ancora nella mia regione preferita 🙂

 

 

Se cercate l’uscita dell’autostrada di Lerici sulla cartina non troverete nulla, perchè per arrivare qui dovrete uscire a Sarzana e mettere alla prova le vostre doti di provetti automobilisti per le strade tutte curve strette strette che costeggiano il mare, sulla via Aurelia, quella che i romani ci lasciarono in dono e che attraversa tutta l’Italia

Ci troviamo a metà fra il golfo dei poeti e le cinque terre, famose in tutto il mondo e che valgono decisamente il viaggio anche se intrapreso da oltre oceano. Spettacolari coste a picco sul mare blu, incontaminato, quello che degrada senza farvi camminare troppo e che si perde baciando la Corsica dall’altro lato

 

 

Immersi in questo scenario estivo, gli unici desideri che vengono alla mente sono l’abbandonarsi su di una sdraio al sole, mangiare frutta fresca e cenare vista mare. Fra Lerici e Tellaro un comodissimo mini bus, o meglio una mini corriera, fa il collegamento giorno e sera senza sosta ed evita di muovere la macchina e di impazzire cercando un parcheggio vicino alla spiaggia, vi porta dove volete e ferma in tutti i punti strategici, quindi altamente consigliata!

Per il soggiorno – appartamenti a parte che richiedono tutti la settimana – vi consiglio gli alberghi di Fiascherino* che sono ottimi, prima di tutto perchè strategicamente posizionati fra Lerici e Tellaro (quest’ultimo comodamente raggiungibile a piedi da Fiascherino), hanno spiagge libere attrezzate proprio a due passi dalla vostra camera e poi la zona è decisamente più tranquilla, meno caotica e più caratteristica del luogo rispetto a Lerici

 

 

Lerici è una cittadina vera e propria, che si basa quasi unicamente sulla pesca e sul turismo. Barche – di ogni dimensione – e scale a profusione, c’è da perdersi nei carruggi, e se volete un consiglio, lasciate a casa i tacchi perchè qui le salite sono perpendicolari e ritrovarsi a girare per mezz’ore abbondanti può capitare! Da non perdere poi l’imponente Castello di Lerici, che si affaccia sul golfo dei Poeti – occhio però agli orari di apertura perchè arrivare fino all’ingresso è una bella passeggiata in salita ed arrivare e trovare chiuso è un gran peccato, anche se la vista è incantevole

 

 

Arriviamo al tema caldo: le spiaggie. Non aspettatevi di trovare davanti a voi gli stabilimenti con animazione tipici della riviera romagnola, qui lo scenario è completamente differente. Lembi di sabbia chiara che si nascondono nelle calette, fra gli scogli ed il mare che degrada subito verso il blu. Un po’ di vento che non guasta mai, sopratutto con il caldo di questo agosto che ci sta mettendo a dura prova, ed il sole che scalda regalando luce e tramonti da favola

Sabbia e ciottoli si mescolano e rendono la costa gradevole, tipicamente ligure. Gli alberi fanno poi da contorno naturale, con il verde acceso dei sempreverdi costieri. Un fine settimana qui vi rimette al mondo, si stacca la spina e si fa la vita da mare, pure e semplice. A voi farci un pensiero!

Laura

 

 

CONSIGLI:

Mangiare:

Ristorante Il Gambero Nero, Tellaro di Lerici tel. 0187.965731 – per chi ama essere consigliato e vuole provare un po’ di tutto, consigliato pesce!

Locanda Il Senatore, Fiascherino tel. 0187.967236 – a picco sul mare, consigliata la prenotazione per un tavolo in terrazza. Da provare assolutamente il risotto x2

Ristorante Lupo di Mare, Tellaro di Lerici tel. 0187.968546 – semplice ma suggestivo, ottima la pizza e la grigliata di gamberoni

Dormire:

Hotel Rosa dei Venti, Tellaro di Lerici: pulito, appena restaurato, a 25 metri da due spiagge libere attrezzate ed uno stabilimento balneare, possibilità di mangiare pesce a volontà sulla terrazza dell’albergo

 

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati

4 Risposte