Grande classico d’estate per questa domenica: il Tirami su, sù sù!!. Ne esistono tantissime varianti e dopo averle sperimentate tutte… Eccovi  la mia preferita.
Premia gli Oro Saiwa tra tutti i biscotti utilizzabili perché  capaci di creare una deliziosa “mattonella”, che non si scioglie subito in bocca ma si lascia assaporare piano piano… Facendo gustare la meravigliosa alchimia che si forma tra crema al mascarpone e caffè.
Per  6 persone vi occorrono circa 10/12 euro  più o meno un’oretta di preparazione

 

INGREDIENTI
Una confezione di Oro Saiwa da 250 gr
350 gr di mascarpone
Caffè- preparate una moka da 4 persone
Due cucchiai di Amaretto di Saronno o liquore che preferite
3 uova
Zucchero – 4 cucchiai per la crema+2 per dolcificare il caffè
Cacao amaro

PREPARAZIONE
Preparate il caffè e dolcificatelo mentre è bollente  con due cucchiai abbondanti di zucchero; aromatizzate poi con l’Amaretto di Saronno o il liquore affine che preferite. Aspettate che il caffè si raffreddi e nel frattempo  separate albumi e tuorli. Ai tuorli unite 4 cucchiai di zucchero e tutto il mascarpone. Io esagero un po’ con le dosi … La confezione da 250 gr di formaggio sarebbe sufficiente, ma  quel pochino in più da  un sapore più rotondo e rende il dolce super buono.
Montate a neve gli albumi e quando saranno ben fermi uniteli alla crema. Ora è pronta all’uso. Prendete una pirofila e adagiate uno strato di crema sul fondo (circa un terzo del totale).  Immergete nel caffe i biscotti (uno alla volta, per un attimo, non di più) e ricoprite la superficie della teglia. Fate un secondo strato di crema e procedete a rivestire con i biscotti. Continuate  fino ad ultimare il terzo strado e su questo, dopo la crema,  spolverate con cacao amaro. Voilà, il dolce è servito!

 

Articolo scritto e redatto da Mara Stragapede | Tutti i diritti sono riservati 

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati