Sabato mi sono regalata una giornata a Genova, o meglio una giornata a Slow Fish, la meravigliosa manifestazione firmata Slow Food

La manifestazione quest’anno inizia con il titolo: Una specie in più: i pescatori. Questo il fil rouge dell’ edizione di Slow Fish che, senza dimenticare la situazione di generale impoverimento dei mari, ha focalizzato l’attenzione sugli uomini, sull’importante ruolo di custodi del mare, con una forte valorizzazione della memoria e dei saperi di cui essi sono portatori

Anche questa edizione di Slow Fish era arricchita da un calendario ricco di appuntamenti: le degustazioni guidate dei Laboratori del Gusto, i grandi chef protagonisti dei Teatri del Gusto, i Laboratori dell’acqua per un momento di approfondimento con i maggiori esperti del settore, e ancora i percorsi educativi Mare, pesci e pescatori e Mercati, menu e cuochi rivolti al pubblico e alle scuole

Siete curiosi di sapere cosa si mangiava?! bene, allora ripassate di qui più tardi e troverete un po’ di fotografie su “Slow Fish: cosa mangiare”!!!

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati