Da quando avevo il pancione non ho fatto altro che immaginarmi le facce di due piccole bimbe che correvano da una parte dell’altra di una stanza fatata, quasi magica. Era la camera che desideravo per le mie piccole: quel luogo speciale dove avrebbero trascorso notti costellate di sogni, risvegli contraddistinti da baci affettuosi e tanti giochi speciali da fare insieme a me ed il mio compagno e fra di loro.

Volevo regalare alle mie piccole un posto all’interno del quale fossero a loro agio sempre, dove vivere in allegria e serenità. Volevo donargli quello che miei genitori avevano fatto con me, ovvero una stanza tutta dedicata alle mie cose dove poter crescere ed imparare, giocare e riposarmi, divertirmi e passare ore spensierate.  Quando siamo entrati nel nostro appartamento, tornati dall’ospedale, con loro ancora in fasce, piccolissime ed indifese, ad accoglierle c’era una stanza piccola ma deliziosa, che avevamo riadattato da studio di lavoro a la stanza di due piccole monelle. Avevamo appeso alle pareti dei quadri che ricordassero i nostri viaggi: quelli che avevamo fatto prima di loro e con loro nella pancia. Avevamo decorato tutto di bianco per celebrare la purezza di queste due nuove vite. Avevamo creato un nuovo piccolo armadio che risultava molto più capiente del necessario vista la dimensione minuscola dei loro vestitini. Avevamo fatto del nostro meglio per creare quella stanza che tanto sognavo ma purtroppo, viste le piccole dimensioni della nostra casa, non avevo potuto sviluppare l’idea come l’avevo nella mente.

Poi, con il passare dei mesi, abbiamo deciso di cambiare casa. È stato così, un po’ per gioco e un po’ per necessità che abbiamo trovato la casa dei nostri sogni e la stanza più grande, senza pensarci nemmeno per un secondo, l’abbiamo dedicata tutta loro, alle due piccole di casa. Così, finalmente, Gaia e Giada hanno avuto il loro regno che, insieme a Dalani, abbiamo arredato completamente seguendo una doppia ottica: da una parte funzionalità e praticità, dall’altra design e confort.

Abbiamo deciso di completare la loro camera con prodotti studiati appositamente per i bambini, che però strizzassero l’occhio al design e rendessero la loro camera unica e speciale e per farlo siamo partiti dalla zona nanna. I letti sono stati realizzati su misura partendo da un disegno del nostro architetto: due disegni identici declinati in colori complementari che amiamo molto e che li rendono speciali per dei veri sogni incantati. I letti – che montano materassi Flip di Dorelan – sono stati resi ancora più preziosi dalle parure copripiumino in percalle di cotone Candy Blast per Gaia e Furry Friends per Giada di Snurk

dalani11

dalani9

dalani3

dalani4

Al fianco dei letti fanno la loro comparsa i due pouf contenitori in polipropilene Bubu di XO Design by Philippe Starck nel color avorio, un comodino/ gioco pensato appositamente per farle crescere nel bello con una connotazione di utile e divertente.

dalani1

La stanza delle bimbe non potrebbe essere tale senza colore e giochi. Alle pareti abbiamo deciso di apporre un colore neutro, conciliante con il relax e il riposo, con cui abbiamo giocato in contrasto con i colori dei letti e dei giochi. Sull’onda dei nostri ricordi di infanzia abbiamo deciso di fornire la camera di Gaia e Giada di alcuni contenitori multiuso in polipropilene Lego in diversi colori. Alcuni dettagli hanno poi fatto la differenza nell’arredo della stanza delle due piccole principesse di casa, come la lightbox con 124 lettere e simboli in plastica nero Finny, la lampada a led decorativa in pvc bianco Chris e la luce a led decoratica in pvc bianco Nube. Alle pareti troviamo il set di tre mensole esagonali di Bloomingville, mentre a terra un pouf in cotone tricot carta da zucchero, dove spesso io ed il loro papà ci sediamo per leggere una favola della buona notte.

dalani6

dalani8

Sono finalmente riuscita a dare alle mie due principesse un luogo incantato, silenzioso per notti tranquille e luminoso per giornate di giochi. La felicità di Gaia e Giada è già tangibile, non vedo l’ora che crescano per condividerla ancora di più con loro.

dalani

dalani13

dalani12

dalani8

dalani5

 

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati