Ricordate con malinconia i momenti e i giochi dell’infanzia? Siete in ottima compagnia, non vi preoccupate. Oggi faremo un tuffo nel passato per riscoprire la magia dei cofanetti Polly Pocket. Sì proprio loro, quelli che in un palmo di una mano racchiudevano un mondo magico, sempre diverso, pieno di storie fantastiche.

Molto amati dalle generazioni come la mia, i cofanetti Polly Pocket con l’iconica bambola tascabile, hanno segnato il decennio degli anni ’90. La piccola Polly vive ancora oggi le sue mille avventure saltando da un mondo all’altro grazie alla moltitudine di cofanetti diversi, ognuno descritto nel minimo dettaglio e con particolari tutti da scoprire. L’esperienza di gioco aumenta e si arricchisce di sorprese, luoghi nascosti e piccole avventure ogni volta diverse. Il tutto a portata di mano, anche se le mini bamboline di Polly come le ricordiamo non ci sono più (però sempre di dimensioni ridotte) hanno gli arti snodabili e abiti in silicone resistente.



Vediamo da vicino le novità. I Playset tascabili sono cofanetti decorati e dotati di maniglia, consigliati a partire dai 4 anni in su. Ci sono il Bar degli Zuccherini a forma di cupcake, i Segreti delle Nevi nello chalet di montagna, la Piscina dei Fenicotteri, la Valigetta della Festa che si trasforma in gala elegante con limousine, lo Zainetto dell’Estate con motoscafo e sottomarino. Tutti da scoprire per vivere mille avventure! Inclusi nella confezione ci sono due micro doll, sorprese nascoste, accessori e stickers. Ma non è finita qui: c’è anche la sgargiante cameretta di Polly, con inclusi skateboard, drone e PC.

Oltre a vedere Polly Pocket nelle pubblicità in TV, la troverete anche nella nuova serie di cartoni animati! Anche se l’emozione più grande è quella di poter condividere insieme alle vostre figlie un momento di gioco davvero speciale e ricco di ricordi.


Articolo scritto e redatto da SARA PARMIGIANI | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Laureata in Comunicazione, pendolare regolare ma con ritardi involontari sul Brescia-Milano, è 50% Graphic Designer e 50% Editor geek. Il suo mondo è composto di viaggi, scatti fotografici, un sito-portfolio da terminare e ha una dipendenza da Netflix e ebook su Kindle.

Post correlati