Con l’avvio dell’anno 2015 iniziano le prove su strada e siamo chiamati a Cascais, nei pressi di Lisbona, per la prova su strada della nuova Peugeot 308 GT, la versione sportiva della più tranquilla Peugeot 308, che è vincitrice di ben 18 premi internazionali tra i quali il premio “car of the year 2014” (auto dell’anno 2014).

La Peugeot 308 GT è caratterizzata da uno stile sportivo e molto deciso nonché da una forte passionalità. Te ne accorgi immediatamente entrando in auto e impugnando il volante, regolabile in altezza e profondità, che è di dimensioni ridotte quasi a voler stabilire sin da subito la natura sportiva del veicolo.

L’auto offre prestazioni dinamiche straordinarie ed un’esperienza di guida che potremmo definire estrema, grazie a due nuove motorizzazioni – 1.6 THP 205 CV S&S e 2.0 BlueHDi 180 CV EAT6 – che garantiscono, allo stesso tempo, consumi assai contenuti ed emissioni in atmosfera ai vertici per la categoria.

Per quanto riguarda i livelli di emissioni in atmosfera siamo a soli 130g CO2/km per la versione 1.6 THP da 205 CV e 103g CO2/km per la versione BlueHDI da 180 CV. Entrambi i valori sono ai vertici del segmento distanziando, in alcuni casi di molto, le dirette concorrenti.

Parlando di consumi ecco il primo aspetto interessante: uno stile di guida moderato permette di raggiungere valori pari a 5,6 l/100km per la versione a benzina, mentre per la versione diesel si possono raggiungere 4,0 l/100km. Considerata la natura sportiva del veicolo sono valori impressionanti.

Vista da fuori, la 308 Peugeot GT che abbiamo provato su strada, presenta una grande purezza aerodinamica e stilistica. Vista da dietro, la vettura colpisce per la sua postura, soprattutto grazie al diffusore nero laccato e agli elementi decorativi, come il doppio terminale di scarico che sembra voler ricordare la sua grinta e il suo carattere decisamente aggressivo. L’aspetto sportivo è accentuato da un assetto ribassato di 7 mm nell’anteriore e 10 mm nel posteriore.

Peugeot 308 GT (11)

Al look si aggiungono cerchi in lega diamantati da 18’’, abbinati a pneumatici Michelin Pilot Sport 3 che sono in grado di mantenere l’auto  anche nelle manovre più azzardate ai limiti del rispetto del codice della strada.

Peugeot 308 GT (2)

L’estetica della nuova Peugeot 308 GT

Nel frontale viene messo in risalto il leone, che s’inserisce nella calandra caratterizzata dai tre artigli orizzontali, mentre le funzioni di illuminazione sono assicurate da fari anteriori composti da ben 62 led che dovrebbero essere in grado di essere efficienti anche nelle situazioni più estreme. Gli indicatori di direzione, anch’essi a led, sono ad illuminazione progressiva e creano un piacevole effetto ottico.
Anche l’abitacolo si contraddistingue per la sua esclusività: tetto nero antracite e impunture a vista rosse, che caratterizzano i rivestimenti in TEP / Alcantara di serie o in Pelle Club Nappa in opzione, e che accentuano il carattere sportivo della vettura. A conclusione si ricordino pure la pedaliera in alluminio e gli elementi in acciaio inox alle soglie delle porte.
Il tutto all’insegna della massima sportività.

Peugeot 308 GT (12)

Per quanto riguarda le sue prestazioni, la Peugeot 308 GT adotta un telaio dalle regolazioni specifiche e motorizzazioni prestazionali conformi sin da ora alle norme Euro 6. In sintesi, la vettura si distingue per un’eccellente tenuta di strada e una guida precisa su tutti i tipi di carreggiata, preservando sempre un elevato livello di comfort anche nella modalità “sport”, selezionabile secondo le preferenze del pilota. A tal proposito, un grande contributo è dato dallo sterzo ad assistenza variabile elettrica e da un impianto frenante efficace, facile da dosare, con un’eccellente resistenza termica.

Nella Peugeot 308 GT, il conducente forma un tutt’uno con il PEUGEOT i-Cockpit, grazie pure al volante ridotto e al quadro strumenti rialzato. Il suo piacere di guida è, inoltre, amplificato dal Driver Sport Pack, di serie sulle due motorizzazioni e disattivabile tramite un pulsante che si trova sulla consolle centrale. Questa specifica funzione contribuisce a rendere più sportivo il veicolo adeguando la mappatura della centralina ad uno stile di guida più aggressivo.

Peugeot 308 GT (5)

Peugeot 308 GT (4)

Gli aspetti meccanici della nuova Peugeot 308 GT

Tornando brevemente agli aspetti tecnici del veicolo volevo spendere due parole sulla trasmissione. La versione a benzina è dotata di un cambio meccanico a 6 rapporti che si è dimostrato pulito e preciso negli innesti.
La versione diesel è stata invece accoppiata ad una trasmissione automatica a EAT6 prodotta in collaborazione Aisin AW, azienda giapponese leader nella produzione di trasmissioni automatiche per auto, che ha dotato il componente della tecnologia QuickShift.
Il risultato, oltre a garantire consumi ridotti, è eccellente. Si pensi che nella modalità di guida “normale” si possono fare cambiate in 0,31 s mentre nella modalità di guida “sport” si possono fare cambiate in soli 0,16 secondi.

Le ultime due parole le spendo per parlare del pulsante presente nella colonna centrale e che permette di passare dalla modalità di guida “normale” alla modalità di guida “sport”.

Se penso a cosa succede premendo il testo “sport” nella versione benzina ammetto di non aver percepito una grande differenza nelle prestazioni perché 205 cavalli per una vettura dal rapporto peso/potenza 5,85 kg/CV sono difficili da esaltare. Certo il cruscotto cambia colore diventando rosso e sul display centrale appaiono dati tecnici quali valori dell’accelerazione g, ma parlando strettamente di performances non ho visto un grande salto in avanti. Forse con una prova su strada più aggressiva potrei percepire maggiormente questa differenza.

Il discorso è invece contrario per la versione diesel, generosa nelle prestazioni nella modalità “normale” ma decisamente esuberante nella modalità “sport”. Anche in questo caso il cruscotto diventa rosso ed appaiono i dati relativi alla guida sportiva ma i tempi di cambiata e la configurazione più aggressiva della trasmissione automatica ti fanno percepire immediatamente di essere alla guida di un cavallo di razza che comunque sa essere una vettura docile e comoda, tanto che avevamo proposto al team di Peugeot di rientrare in Italia in auto, vista la comodità del mezzo.

La capacità di carico è nella media per la categoria e l’abitabilità dei sedili posteriori è eccellente.

Conclusione della prova su strada della Peugeot 308 GT

In conclusione: l’auto è grintosa e sportiva ma comunque non così estrema da dover pregiudicare un uso quotidiano. I valori di consumo sono bassi ma come in tutte le auto di questo mondo, se vi fate prendere la mano dovete fare i conti con il benzinaio. Perché i 205 cavalli della versione benzina sono veramente agguerriti e vi sapranno regalare delle gran gioie. Per contro garantisco che l’uso intelligente e rispettoso del codice della strada non può che portare a valori di consumo simili a quelli dichiarati.

L’ergonomia dell’auto è buona e tutto sta al punto giusto. Il volante è un capolavoro.

Il navigatore è quello che ho già visto su altre auto del gruppo PSA (gruppo che “controlla” la Società Peugeot) ma questo è un bene perché risulta essere rapido e preciso nelle indicazioni. Ottime le rifiniture interne.

Alla prossima e se avete domande scrivetemi qui o cercatemi sui social !

#LINGEGNERE

PS: Peugeot ha anche un blog ufficiale dove compaiono delle belle chicche 😉

D63A5465_1

Peugeot 308 GT (9)

Peugeot 308 GT (8)

Peugeot 308 GT (7)

Peugeot 308 GT (6)

Peugeot 308 GT (3)

D63A5495_1

D63A5475_1

D63A5472_1

D63A5468_1

Peugeot 308 GT (1)

Articolo scritto e redatto da lingegnere | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati