Ho avuto l’onore di conoscere Marta ad un evento food anche se, per come è lei, per i suoi mille interessi, per la sua bravura per le fotografie, in realtà avrei potuta incontrarla anche in altre occasioni. Mi ha colpito perchè è sincera, simpatica e .. brava!! Parto da lei con le interviste al mondo del food perchè mi piace il suo stile, e mi farebbe piacere andaste a curiosare il suo sito e perchè no, magari anche a provare a riproporre qualche sua ricetta nella vostra cucina!

 

10 secondi per conoscere…. Marta

blog Una Streghetta in cucina

 

1- Quale è il nome del tuo blog e perché lo hai scelto?
Una Streghetta in cucina. Strega è il mio soprannome, a volte sogno e sento le cose prima che accadano…e ho anche un po’ il carattere da strega 😉

2- Quale caratteristica costituisce la peculiarità dei tuoi post?
I miei post parlano di piatti veloci da fare ma sempre con una grande attenzione alla stagionalità e alla presentazione

3- Come nasce l’idea di un post?
Penso a degli ingredienti e a come potrei abbinarli…da qui parte il piatto e quindi il post

4- In cosa sei imbattibile come food blogger?
Imbattibile è un parolone…penso però di essere genuina

5- Cosa non ti piace degli altri food blogger (e perché)?
Non amo chi mostra una sfilza di finti sponsor senza criterio (4 tipi di farina, 3 tipi di conserva…insomma…che si faccia una scelta!)

6- La tua foto più bella?
è quella delle tartellette col cavolo romanesco che mi hanno fatto vincere un concorso

7- Con quale criterio scegli le immagini da pubblicare?
Scelgo quelle che mi piacciono di più e che più rappresentano il piatto

8- Cosa rappresenta per te il cibo?
Il cibo è vita, è passione…

9- Quale è il tuo sogno nel cassetto?
Scrivere dei libri di ricette

10- Perché hai deciso di partecipare a questa mini intervista?
Perché amiamo entrambe le bollicine 😉

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati

4 Risposte