Nato nel 1947, Miss Dior irrompe sulla scena contemporanea. Il suo nuovo look affonda le radici in tempi lontani, non soltanto nell’infanzia di Christian Dior, ma anche nell’energia degli anni folli, periodo molto importante per la vita dello stilista. Giovane gallerista, espone allora, da vero visionario, opere di giovani pittori come Picasso o Dalì, si entusiasma per i balletti russi volteggianti di Diaghilev e si emoziona con la musica di Francis Poulenc e del suo amico Henri Sauguet. L’impatto estetico di questa era incantata, avrebbe poi alimentato tutta la sua creatività.

Miss Dior è nato così, da questo slancio e da un desiderio di rinnovamento che la pervadono ancora, adesso più che mai. Oggi una nuova Eau de Toilette irrompe sulla scena, con un vero e proprio vortice di vita. Quest’irresistibile movimento lega una raggiante giovane innamorata al passato di una maison leggendaria ed al futuro di una giovane donna d’oggi. La nuova Eau de Toilette Miss Dior è un valzer sfrenato, una sottoveste di tulle delicata come una rosa, gioiosa come un cielo terso, lieve come un petalo.


Francois Demachy, Parfumeur-Createur Dior, ama pensare l’Eau de Toilette Miss Dior come lo spartito nel quale ogni nota importante, e ogni sfumatura, sebbene percepita, rimane indefinibile. Movimento principale di questa nuova Eau de Toilette Miss Dior: lo slancio floreale vestita di note leggeri e radiose. Una moltitudine vivace di note cromate svolazza attorno a un cuore centrale di Arancia Sanguinella e Mandarino succoso. Una nota delicata di Patchouli chiaro, lega insieme queste note vivaci, prendendo le per mano in un turbinio senza fine. Francois Demachy la commenta così:

Eau de Toilette Miss Dior è più armonica che melodiosa. Il suo lato floreale è intensificato, le sue note si combinano fra loro, corrispondendosi e legandosi. La sua struttura un vortice di freschezza, un turbinio senza fine, un tutto inseparabile. È una composizione che zampilla, suggestiva e spontanea.

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata