Sterminati campi di rose che sembrano non finire mai. L’aria fresca di quel momento poco prima dell’alba, quando il sole sta per spuntare all’orizzonte e un leggero vento ci sfiora il viso. Bianco, rosa, i colori tenui della Francia del sud. I tre video realizzati da Dior per raccontare la creazione del più famoso tra i suoi profumi – il celebre Miss Dior – ci lasciano immergere in queste atmosfere, raccontate da tre professionisti.

Perché se è vero che tutti riconoscono l’iconica bottiglia di Miss Dior, dal colore delicato e un font che ricorda gli inviti del tè delle cinque, pochi conosceranno il lungo lavoro, made with love, che si cela dietro di essa. Miss Dior è la prima fragranza nata nella maison, frutto della passione smisurata del couturier per la profumeria e presentata durante la celebre sfilata del New Look, nel 1947.

Un viaggio dai campi ai laboratori creativi

La storia della sua produzione inizia dai campi di Grasse, piccola cittadina nel sud della Francia, dove vengono coltivate le piante di rosa centifoglia. Due delle produttrici, Carole Biancalana e Armelle Janody, raccontano in questi video come la loro vita, scandita dai ritmi della natura, sia dedicata a questo fiore, chiamato anche rosa di maggio in onore del mese della sua fioritura. Amore, impegno, convinzione, ma anche savoir-faire e ambizione sono gli ingredienti del loro mestiere, che dicono non cambierebbero con nessun altro.

Armelle Janody
Carole Biancalana

I fiori, una volta raccolti, arrivano nei laboratori creativi di Grasse, dove François Demachy – dal 2006 naso principale di Dior – coordina il processo di formulazione della fragranza. Per realizzare un profumo, racconta Demachy, si organizzano le materie che lo compongono, seguendo l’ordine di evaporazione. Miss Dior, considerato un classico della profumeria, è un chypre verde, creato unendo rosa, bergamotto, gelsomino, patchouli e muschio di quercia.

«Il cervello, per conservare un odore, conserva tutto quello che lo circonda: il luogo, le persone, la luce.»

François Demachy

Le materie prime di Miss Dior sono fortemente legate al territorio e proprio per aiutare la regione in cui la maison francese ha le sue radici, da oltre dieci anni è iniziata una partnership con 9 produttori di piante da profumo. L’obiettivo è, in 3 anni, di riuscire a produrre a Grasse tutti i fiori utili alla preparazione delle fragranze, realizzando così il sogno di Christian Dior.

Qui di seguito trovate i link per vedere questi tre delicati video-ritratti che, tra poesia e straordinaria quotidianità, vi condurranno nell’incantato mondo di Miss Dior.

François Demachy – Dior Made With Love – Episode #1

Carole Biancalana – Dior Made With Love – Episode #2

Armelle Janody – Dior Made With Love – Episode #3

Articolo scritto e redatto da VANESSA FARONI | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Classe 1995, laureata in Moda e studentessa in Storia dell'arte. Le piace raccontare cose e mettere allegria alle persone. Scrive, legge e fotografa anche di notte (e ha un innato talento nel dormire fino a mezzogiorno).

Post correlati