Luisa Beccaria porta in passerella Milano la sua nuova collezione primavera estate 2016: a lilac dawn. È un tripudio di campo di fiori immersi nella luce dell’alba primaverile, un’eleganza creativa dal sapore decisamente chic.

Il protagonista incontrastato della collezione è il fiore stesso che viene declinato in mille e mille varianti. La collezione primavera estate 2016 Luisa Beccaria celebra infatti una bellezza sofisticata e naturale allo stesso tempo, ispirata da uno sfumato repertorio folk, tessuto ripensato per la donna contemporanea, decisa e fiera della sua femminilità.
Attraverso il fiore questo concetto passa e diventa stampa per abiti leggeri da giorno in cotone, ricami sulla georgette di seta, pattern di gonne e giacche in organza jacquard, ornamenti con stampe delicate su sangallo.

I tagli sono morbidi e a vita alta: le forme scivolano stemperando il gusto della tradizione popolare di Alma Tadema, che evidenzia le scollature, con la fresca eleganza delle Muse anni 70: Marisa, Talita e Joni.
La cartella colori alterna soprattutto i rosa e i pervinca, nelle infinite tonalità dei petali di un fiore: rosa tea, lilla, mauve, fiordaliso violetto fino ad arrivare a tinte più forti come rosa ciclamino e il blu degli iris. A completare la collezione troviamo fra le accessori ampi cappelli di paglia indossati su foulard, bracciali, spille e cerchietti che ricorda nei pattern delle stampe. Ai piedi décolleté a punta in suede confini cinturini alla caviglia che chiudono l’atmosfera di a lilac dawn

5A2q0HU_x8MjDpLnpF4hAO4C2qPkrDwAP_f_rh8-pRM

7cqTgQcNMu2bEtgMi5uNRh0eRYHPHV6SSopSTEyDd_4

8zh2eebVq-hDpwrGE3Ds7HV-f30WKFjc_CDu-if_-zY

cKzxh1ypqhHJXAkWdq179SbCs29StPLGqEOC2TQnZXA

K4FCgJ63atJJ3_4cyUCVt8e0ihltVErJZAsyE4Y1Guo

KhtT4nDpy2uxr-m8AjMbvru4rIsAyzCZ7Qgdyk4r6wc

QR0ClDYzKFS18DpoO8f6Wa3E5p3iCpW-xEZCzXuS6sc

-rEVK0sXRhLIniW7a3VBjDg7IQtmdTDFuG0OcXSRnwM

YBkolXPinsqZsRF8TuoGznS_nq3QE_noYXORuzpdE6w

yctL_ymlFkBGEFKQ4AXl3luvpiWMe8Kmy7s1d_dmWm4

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati