Fondata il 3 agosto 1158 da Federico Barbarossa, Lodi si presenta come una cittadina deliziosa, ricca di scorci e bellezze locali che si aggiungono all’essere un importante centro industriale nel settore della cosmesi, dell’artigianato e della produzione lattiero casearia. È inoltre il punto di riferimento di un territorio prevalentemente votato all’agricoltura e all’allevamento, non per caso, infatti, Lodi è stata scelta come sede della facoltà di medicina veterinaria dell’Università degli studi di Milano nonché del Parco Tecnologico Padano, uno degli istituti di ricerca più qualificati a livello europeo nel campo delle biotecnologie agroalimentari.

Ma fra gli onori di questa cittadina lombarda ci sono anche attività mai banali, manifestazioni di interesse ed una proposta enogastronomica da lasciare senza fiato. Uno dei fiori all’occhiello in questo senso è senza dubbio il Festival della Fotografia Etica, che anima la città da ben 12 anni. Il Festival della Fotografia Etica, come ogni anno, racconta il nostro pianeta attraverso il grande fotogiornalismo internazionale. Nell’edizione 2021, visitabile fino al 24 ottobre 2021, troviamo oltre 20 mostre fotografiche distribuite nei luoghi più suggestivi della città di Lodi, conferenze, presentazioni di libri, video proiezioni, visite guidate con gli autori e progetti educational per gli studenti.

Ve ne parlo con cognizione di causa perché ho avuto il bellissimo privilegio di visitare il festival della fotografia etica proprio nel suo weekend di apertura, il tutto grazie a L’Erbolario, brand che da sempre mi sentite raccontare qui attraverso gli editoriali dedicati alle sue novità. L’Erbolario, partner del festival della fotografia etica da più di 10 anni, mi ha invitato a scoprire questa bellissima realtà e fare un salto all’interno del negozio storico del brand, proprio nel centro di Lodi: una vera chicca.

Ne è nato un bellissimo weekend fra enogastronomia, palazzi storici, fotografie d’eccezione e i prodotti di altissima qualità firmati L’Erbolario. Vi lascio, quindi, qualche foto del nostro fine settimana lodigiano e di seguito gli indirizzi che vi possono essere utili per mangiare e dormire a Lodi, e nei dintorni.

Dove mangiare

Caffè Nazionale: al centro di Lodi troviamo questo caffè che in realtà propone un menu da ristorante. Il mio consiglio è di chiedere sempre i fuori menù, se siete fortunati potete incontrare il signor tartufo. Cibo delizioso ma lasciatevi un piccolo spazio per il dolce, ne hanno di deliziosi.

Osteria Perbacco: una bellissima realtà che si trova all’interno della cascina Cavrigo, a pochi minuti da Lodi. Menù che varia con la stagionalità di frutta e verdura, ma la carne qui è un must (da provare assolutamente la loro Fiorentina). Ottima carta dei vini e antipasti da non perdere

Dove dormire

Cascina Sesmones: si trova a pochissimi chilometri da Lodi ed è una cornice meravigliosa per immergersi nel verde e nella pace della campagna, senza però essere lontani dalla cittadina. Spazi ampi, camere e piccoli appartamenti, cucina ad eccezione da provare assolutamente e atmosfera rilassante e accogliente.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata