Se siete alla ricerca di un posto in montagna perfetto anche per le famiglie con i bambini, sedetevi comodi perché oggi si parla di Lana. Situata nel cuore della Val d’Adige a pochi chilometri da Bolzano, Lana unisce il fascino dell’ambiente rurale alle comodità di un piccolo centro urbano. Grazie alla sua posizione privilegiata, il paese è il punto di partenza per innumerevoli escursioni e tour in bicicletta alla scoperta di uno dei territori più belli della nostra penisola: l’Alto Adige.
Inoltre, Qui si trova il monte San Vigilio, chiusa al traffico e raggiungibile dal paese in funivia in pochi minuti. È un luogo incantevole molto frequentato dalle famiglie, degli amanti della natura e dei fan della mountain-bike. Abbiamo avuto modo di scoprire questi luoghi incantati nel weekend è di Pasqua regalandoci un lungo fine settimana fra queste montagne incantevole, le distese di meli e la tranquillità di un paese piccolo delle grandi potenzialità.



 

Abbiamo scelto di soggiornare all’interno di un appartamento, nella struttura di San Paul che si trova a pochissimi passi dal centro del paese e che permette di organizzarsi in autonomia, dettaglio non trascurabile quando si parla di viaggi con i bambini. L’appartamento infatti oltre ad avere una posizione incantevole e una vista sulla valle assolutamente invidiabile, permette di cucinare al bisogno e godere di uno spazio perfetto anche per una famiglia composta da quattro persone.
Ci sono diverse attività che si possono svolgere in famiglia e abbiamo deciso di goderne alcune. Prima fra tutte la visita alla malga Gampl. Si tratta di una struttura ricettiva composta sia da una parte dove si può pernottare, sia da una parte destinata alla ristorazione. È aperta tutto l’anno, ed è dotata anche di una struttura per i giochi dove i bambini possono divertirsi a 360° in assoluta sicurezza e serenità. Inoltre si possono gustare piatti tipici della tradizione locale, in un ambiente immerso nella natura.







Un’altra bellissima attività da vivere con i bambini è il giardino labirinto Kranzelhof di Cermes. Questo spazio è costituito da una bellissima disteso all’aria aperta composta da sette giardini. Questo luogo nasce nell’autunno del 2000 quando furono spiantati i primi frutteti e durante la primavera fu costruita la struttura del labirinto progettata da Gernot Candolini. Gli interventi si susseguirono e diedero vita a il teatro, le terrazze, lo stagno e altre strutture della tenuta che, insieme, formano l’intero organismo del parco, composta oggi dalla tenuta, dell’azienda produttiva ed a tutte le persone che ci vivono e lavorano. Il giardino non è nato da un progetto, ma dalle sensazioni e, con esse, cresce e cambia. Franz Graf Pfeil risponde così, in maniera gioiosa e creativa, alle sfide che la vita gli ha posto di fronte come viticoltore e mastro cantiere. Ogni anno il curatorium Kranzel, inoltre, invita degli artisti che realizzano delle sculture nel giardino, secondo un tema diverso di anno in anno. I sette giardini è un luogo davvero incantato, perfetto per famiglie perché permette di vivere un’esperienza completamente all’aria aperta ed é adorato dai bambini che qui trovano libero sfogo e grande serenità.












Anche la proposta food è interessante. Nello specifico vi consiglio due locali super friendly adatti alle famiglie, dove si possono provare anche degustazione di birre locali, come il Pfefferlechner e il Kranzelhof, entrambi a Lana.
Una nota speciale ma invece al Miil, un ristorante che si trova a pochi passi dai sette ai giardini, all’interno della tenuta Kranzelhof. Ospitalità e creatività qui si fondono al unisono e dare la possibilità di gustare pietanze che nascono da una lavorazione rispettosa e sostenibile, dettata dalla natura. Rispettare l’uomo tanto quanto il mondo animale vegetale è una priorità che affonda le sue origini nella conoscenza della provenienza e della qualità delle materie prime che vengono qui utilizzate. Come la cucina base di piatti sempre freschi e preparati con ingredienti di stagione, anche il vino riveste un ruolo di rilievo. Qui deve essere delicato, profondo e stimolante ma non deve saziare. Ciascun sorso diventa un preludio del prossimo e al centro di tutto compare la Roma, la complessità ma soprattutto la bevibilità. I menu qui cambiano a seconda della stagione dell’ingegno di una cucina stagionale poggia le sue fondamenta non sul prezzo del prodotto, bensì sulla sua qualità. Miil Si propone come un ristorante italiano di pietanze innovative di terra e mare fra muri di pietra e sculture in un ex mulino del design contemporaneo. Un’esperienza enogastronomica davvero da non perdere.








Lana è il più grande e antico comune dell’Alto Adige per quanto riguarda la produzione di mele e offre un’elevata qualità della vita è un’ampia scelta di attività per il tempo libero, tanto da essere amate frequentata sia dagli ospiti che dei locali. Una perfetta destinazione per famiglie tutto l’anno. 

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati