Da figlia femmina lo so bene di cosa parlo.

L’amore padre figlia è un legame così forte e profondo che è difficile da analizzare e mettere nero su bianco ma allo stesso tempo è così potente che è impossibile non menzionarlo.

È una forza naturale che si crea con i silenzi, le parole sussurrate, i baci sulla guancia rubati di nascosto. Prende forma da subito, dalla ricerca del contatto fisico e del calore. Si desidera essere avvolti nell’abbraccio della persona che più di ogni altra ci difenderà da tutto e tutti.

Quell’uomo speciale che lavorerà anche la notta per permetterci di studiare nell’universitá che desideriamo, che ci sbroglierà tutti i problemi tecnici (cambiare le gomme della macchina, montare le mensole nella casa nuova..) e non chiederà mai nulla in cambio se non qualche abbraccio

Quella persona unica nel suo genere che diventerà un modello nel nostro immaginario, che plasmerà la nostra idea di uomo ideale e ci farà alzare l’asticella quando ci accontenteremo mettendo a repentaglio la nostra felicità.

Ci sarà sempre con i silenzi e i consigli criptici perché i papà non sono mai di molte parole ma quelle poche risulteranno sempre fondamentali. Ci sarà anche quando ci fidanzeremo e la gelosia scatterà inesorabile insieme alla voglia di vederci felici accanto a un uomo che ci ama e rispetta sopra ogni cosa. Ci sarà anche quando non ci sarà più perché sarà così dentro di noi da non lasciarci mai sole

Io con il mio papà sono stata tanto fortunata che temevo che le mie figlie non avessero la fortuna grande che ho avuto io. Poi ho incontrato Alessandro ed è stato amore, ed è stata la certezza – confermata ogni giorno – che non potevo desiderare papà migliore per Gaia e Giada.

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati