Disegnata da Louise Trotter, è arrivata anche quest’anno la collezione Autunno Inverno 2021-22 Lacoste.
E si è presentata fin da subito con uno sfondo d’effetto.
Già dai primi scatti intravediamo una commistione di stili, dai codici sportivi, grafici e classici. La collezione, fotografata da Sam Rock, crea un dialogo, uno scambio giocoso di griglie, curve, mattoni, vetro e piastrelle.

Riflettendo l’impeto di una collezione che è più un inno allo stile di vita attivo, il sistema intercambiabile dei capi risponde ai tempi con eleganza, humor e praticità.
Fin dal primo primo sguardo, tra la modernità sfacciata del Front de Seine del 15° Arrondissement di Parigi, intravediamo nitidamente l’impeto della collezione.

Novità della collezione è sicuramente l’apparizione dell’iconico coccodrillo Lacoste sotto forma di fumetto. Una nuova iconografia composta da proporzioni esagerate e patch d’archivio che si affiancano a una cartella di colori in contrasto.
È così che le tonalità brillanti dei capi Lacoste si accostano a discreti colori neutri, ingannando l’occhio e giocando con le proporzioni. Dettagli esagerati, rimpiccioliti e costruzioni inaspettate. È così che si forma la base di un sistema intercambiabile di modelli originali che si fondono con il movimento tra casa, lavoro e gioco.

La collezione porta con sé un’evoluzione del processo del design a base di materiali riciclati.
La sartorialità della collezione riflette la tradizione del fondatore della maison René Lacoste. Allo stesso tempo le linee fluide ed avvolgenti di peacot, capisala, trench e versity jacket sono una libera reinterpretazione per il mondo di oggi. Nuove geometrie che fondono vintage, classico e sportivo, termosaldature ‘Framis’ coulisse a alamari in corda oversize completano e creano una nuova visione.
I capi appaiono più ingegneristici, atletici, e Lacoste mostra così l’intenzione di aver voluto ricreare una sorta di quintessenza della sportività. Scopri le nuove iconografie della collezione sul sito di Lacoste.

Articolo scritto e redatto da GIADA LANZOTTI | Tutti i diritti sono riservati.


A proposito dell'autore

Modenese solo sulla carta di identità, ha scelto Milano come vera casa. Ha 22 anni e studia Arti Multimediali. Forse un po' troppo iperattiva, ma è innamorata persa della fotografia e della scrittura. Da vera buongustaia, vive felice quando è nel suo habitat naturale: la pizzeria.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata