Questa è stata senza dubbio una delle estati più lunghe e difficili della mia vita. Ho abbandonato abitudini, ritmi e parole che mi hanno dato la sicurezza negli ultimi anni. Non ho visto il mare, quello che mi ricarica, quello che azzera tutto. Sono rimasta priva di qualcuno che era fondamentale. Ho imparato ad essere felice per la felicità degli altri, anche se questa felicità implicava la mia infelicità. Ho imparato che, nella vita, quando pensi di essere arrivato ad un equilibrio c’è qualcosa che manda tutto a puttane e devi ricominciare da capo. Ho pianto fino allo sfinimento, fino a toccare il fondo, fino a pensare che questo continuo vomitare mi avrebbe estratto anche l’anima. Ho combattuto con l’insonnia, con il lavoro, con la formazione, con il portare a termine tutto quello che potevo e dovevo. Ho buttato vie tante cose, fisicamente. Ho svuotato la casa da tutto quello che sentivo non appartenermi più. Ho detto cose che erano latenti e sopite da troppo tempo e, giustamente, era troppo tardi ma so di aver fatto bene a farlo: per me e per chi le ha ricevute. Con qualcosa di quello che avevo risparmiato ho investito in una reflex nuova, in un harddisk dove archiviare le fotografie fatte ed i ricordi che da oggi inizierò a accumulare.

tumblr_m77n8wnm6l1qc9ajso1_500

tumblr_inline_myon987H6P1s5xp13

tumblr_m8z021ZBos1rbg2f3o1_500

 

Ho viaggiato e ho cercato di farlo con la consapevolezza che Milano non è più la destinazione della mia vita ma un passaggio verso qualcosa di altro. Ho messo in dubbio me stessa fin dentro il profondo e ho capito che la felicità è un’altra cosa e non ci voglio più rinunciare. Ho messo a fuoco le priorità, quello che davvero vale la pena di essere vissuto. Ho scritto i miei obiettivi, ma non su un pezzo di carta da perdere al primo riordino della scrivania ma in testa dove possono picchiare quanto vogliono. Ho capito che una vita senza una famiglia non ha senso e che essere un “ramo secco” fa schifo in barba a due bambini che ti ribaltano la vita ed il sonno. Ho deciso che se mai sarà, mi sposerò sulla spiaggia e ho anche trovato quale. Ho deciso che l’Amore ha la A maiuscola e che innamorarsi è bello se ti fa sentire le farfalle. Ho scoperto la corsa, dopo anni di agonismo dove il correre non era mai stata contemplato, ho capito quanto faccia bene al corpo ma sopratutto alla mente che si svuota e diventa leggera. E poi le amicizie, quelle sono state la più grande scoperta di questo momento complesso. Senza di loro, le parole e le conversazioni su whatsup senza fine fino al mattino per decidere cosa fare, per affrontare insieme quell’ostacolo che ci sta di fronte. E non potrebbero essere più diverse le persone che ho accanto, e qualcuno dice che per star dietro a me ci vogliono almeno due cervelli e mi fa sorridere perché, anche se nego sempre, so quanto sia vero. E so che senza di loro forse oggi non potrei dire che premo definitivamente un nuovo “start” fatto di quel qualcosa che magari nessuno si accorgerà, ma che per me cambierà tutto.

Ed a tutti voi buon anno nuovo. Si perchè il 1 settembre, se ancora non lo sapete, è il nuovo capodanno

 tumblr_nav2ey4ZsS1raodjgo1_500

tumblr_nav4a2fzrd1s2caepo1_500

tumblr_myqa2wnBND1rlyxv3o1_500

tumblr_myrxc2mQBP1smossdo1_500

tumblr_myu6vzzoN21t0qdyco1_500

tumblr_nav1cqxax21raodjgo1_500

tumblr_nav1n0aJY51raodjgo1_500

tumblr_nati3x7zqZ1s898dgo1_500

tumblr_natk2cQdYb1sfgfh0o1_500

tumblr_nauyjyBpAY1t9jt5wo1_500

tumblr_myulmko8y91su8gl8o1_500

tumblr_mz4ta5ymXP1riorn7o1_500

tumblr_n2wb3hi8Xa1tp3h29o1_500.gif

tumblr_nargv8ia8V1suxj9go1_500

tumblr_n5kbn777dD1st4myyo1_500

tumblr_n5zvceaIDt1snd9cgo1_500

tumblr_n191uvhPzy1s5tqa4o1_500

tumblr_na6x3x6z8v1tdytalo1_500

tumblr_naanooABYH1rf98q3o1_500

tumblr_naeg8nd5pp1segp68o1_500

tumblr_nah0m6lsVP1stujbfo1_400

tumblr_naieevg7731rw92b1o1_500

tumblr_nak1xdWIkF1tiyj7vo1_500

tumblr_naq6t0465z1sdk773o1_500

tumblr_narbqfFt2A1simvvzo1_500

Credits fotografici Tumblr

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati