Design d’impatto e qualità sono i due elementi su cui si è giocata tutta la partita durante la scelta di materiali e complementi d’arredo per la nostra nuova casa. Qualità perchè questa è la casa in cui le nostre bambine cresceranno e sperimenteranno, design d’impatto perchè vogliamo che ogni ambiente sia unico, iconico e che rispecchi i suoi abitanti: la nostra famiglia. Abbiamo voluto mantenere queste caratteristiche anche nei due bagni, luoghi troppo spesso dimenticati o tenuti in poca considerazione nella fase di arredo, e per farlo ci siamo affidati ad un’azienda che ci ha seguito anche in cucina, Grohe.

In entrambi i bagni abbiamo voluto mantenere le stesse caratteristiche e quindi abbiamo puntato su semplicità, praticità ed eleganza. La linea di prodotti scelta tra le molte disponibili è Allure, declinata nella versione cromata: semplice ma elegante e funzionale e dunque perfetta anche per il bagno di Gaia e Giada. Sia nel loro che nel nostro abbiamo scelto di non inserire una vasca ma di puntare tutto su due docce ampie, in cui sia possibile lavarle lasciando che il momento diventi anche un gioco. Per mantenere, però, l’idea di relax che regala un bel bagno caldo abbiamo scelto di coccolarci con un soffione ampio che ricordasse le docce che si trovano nelle spa.

Anche per i miscelatori per il lavabo e per il bidet ci siamo affidati alla linea Allure di Grohe ispirate alle spa: il miscelatore è semplicissimo nella sua linea pulita e cromata eppure funzionale e addirittura eco-friendly. Il getto d’acqua sgorga perfettamente ma riduce notevolmente gli sprechi.

Per completare perfettamente le nostre due stanze da bagno abbiamo deciso di affidarci a Grohe anche lato accessori: i porta salviette, i porta rotolo e i diversi ganci sono sempre parte della linea Allure e fanno da corredo alla rubinetteria… proprio niente è lasciato al caso nel nostro nuovo nido!

grohe3

grohe2

grohe1

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati