A quasi cinquant’anni dalla sua nascita, avvenuta nel 1974, ed in un contesto post pandemico sfidante e stimolante, Club del Sole si è interrogato su se stesso per realizzare la propria vocazione di leader della vacanza all’aria aperta, nel suo significato più puro e sostanziale, marcando una netta distinzione rispetto ai suoi competitor. Con il supporto strategico e creativo di Conic, Club del Sole ha interpretato il presente proiettando il suo marchio nel futuro, con un nuovo posizionamento è un re branding completo.il riposizionamento strategico e sensoriale e va in profondità considerando l’aspetto umano nella sua totalità. Ivalori di riferimento sono libertà e socialità, amore per la natura, felicità e autenticità.

 “Crediamo che la vacanza non sia altro da noi, ma la dimensione di noi stessi al nostro meglio. Un luogo e un tempo in cui i nostri tratti essenziali vengono amplificati perché posti nelle migliori condizioni di esprimersi, senza le sovrastrutture dettate dai ruoli e dalle maschere che ogni giorno indossiamo. La vacanza, soprattutto in era post pandemica, diventa allora una presa di consapevolezza da traslare nella vita di tutti i giorni” – commenta Francesco Giondi, CEO di Club del Sole 

“Non c’è un distacco dicotomico tra il sé in vacanza e quello impegnato nella vita quotidiana. La nuova tag-line “La vita, come dovrebbe essere sempre” è la nostra promessa e l’ispirazione che muove ogni giorno ogni nostra decisione” commenta Angelo E. Cartelli, Direttore Generale di Club del Sole. “È una cultura aziendale definita e condivisa, che ci guida costantemente: dall’individuare nuove location, alla formazione del personale, fino alla continua riformulazione dell’offerta perché ci mettiamo sempre in ascolto del cliente e del suo io più vero e profondo”. 

Il viaggio del rebranding di Club del Sole inizia ufficialmente oggi, ma in realtà parte da lontano perché negli ultimi anni la storia dell’azienda è stata scandita da un notevole progetto industriale finalizzato alla crescita attraverso acquisizioni strategiche, mirate ad ampliare la presenza geografica in Italia. Il risultato? In soli tre anni – dal 2018 al 2021 – il portafoglio di villaggi è raddoppiato passato da 11 (a fine 2018) ai 20 attuali, distribuiti in sette regioni italiane.

Le novità però non finiscono qui: Club del Sole, da anni, sta perseguendo l’obiettivo di essere il primo gruppo italiano per innovazioni digitali implementate nel settore turistico-alberghiero, una leadership confermata anche dagli importanti investimenti infrastrutturali sostenuti ed in progetto nel prossimo futuro. In quest’ottica, l’azienda ha portato avanti un percorso di digitalizzazione su più fronti: da un lato la rivoluzione dell’architettura digitale ha portato il brand ad essere sempre vicino ai propri ospiti in tutti i touchpoint. Dall’altro, anche all’interno dei Villaggi, l’offerta dei servizi digitali 3.0 è aumentato, sia per i dipendenti che per i clienti. Esempi di questo costante impegno digitale sono: My Smart Cash un innovativo metodo di pagamento tramite braccialetto elettronico senza necessità di denaro contante; la nuova app Club del Sole dove saranno disponibili tutte le informazioni necessarie per trascorrere vacanze in piena libertà, ed una connessione stabile e a massima copertura che offre aree di lavoro on la formula Smart Working Village.

A questo punto non ci resta che vivere dal vivo la digital innovation di Club del Sole all’interno dei magnifici villaggi che costeggiano la nostra penisola, per una perfetta vacanza all’aria aperta.

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati