Luminosità ed effetto vellutato sono le parole chiave dell’edizione limitata Rouge Allure Velvet Le Lion di Chanel.

Forse non tutti sapete che il leone era un animale molto caro a Gabrielle Chanel. Il quinto segno dello zodiaco ha infatti vegliato su Mademoiselle fin dalla sua nascita, nell’agosto del 1883. Per lei, affascinata dalle stelle e superstiziosa, il leone era diventato uno dei soggetti preferiti da inserire nelle creazioni, come un portafortuna e simbolo chiave della Maison.

La nuova creazione Chanel Rouge Allure Velvet Le Lion incarna i tratti caratteriali del felino. Il leone lascia un’impronta indelebile, non segue le regole e non imita nessuno. Così le otto naunce ad effetto vellutato donano un risultato luminoso e opaco. Ogni nuance rappresenta un tratto della personalità del leone: passione, audacia, istintività e coraggio.

Il tappo dorato delle otto creazioni è impreziosito dalla silhouette in rilievo del leone. La collezione esclusiva ha una consistenza morbida e confortevole e si concentra sulla palette di colori dei rossi, arancioni e beige. Tutte le nuance donano un’eleganza decisa e assoluta. Per scegliere il vostro preferito potete visitare il sito Chanel.

Nella composizione si trovano pigmenti ultra fini e puri che rendono intenso il colore, una combinazione di sfere “soft focus” e di madreperle ultra-fini per un effetto opaco ma luminoso, ed infine un derivato di olio di jojoba che assicura labbra levigate.

Il rossetto va applicato direttamente sulle labbra, ma per un effetto definito è possibile abbinare un tratto di LE CRAYON LÈVRES della stessa nuance.

Articolo scritto e redatto da Elisa Montolli| Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Sognatrice, appassionata di serie tv e libri di carta, accumulatrice compulsiva di cartoleria pucciosa e di occhiali da sole. Laureata in Economia e amante del mondo beauty, entra in profumeria almeno una volta alla settimana, per poi passare ore a provare nuovi prodotti e "rituali di bellezza miracolosi". Adora ascoltare musica guardando fuori dal finestrino di un treno o dell'auto, lasciandosi trasportare dalle emozioni.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata