Botox: quante volte ne avete sentito parlare? Ma sopratutto cosa è e come si usa?

Facciamo un passo indietro: la tossina botulinica è una proteina neurotossica prodotta dal batterio Clostridium botulinum. È la sostanza più tossica finora conosciuta. Oltre ad essere fonte di avvelenamento alimentare, in particolare nel caso in cui si consumino preparati a base di carne o conserve contaminate, la tossina botulinica trova anche utilizzo in ambito medico ad esempio nella terapia dell’acalasia. Il botox è il nome commerciale maggiormente conosciuto della preparazione farmacologica che utilizza quale principio attivo questa tossina. La tossina fu isolata in forma pura per la prima volta da P. Tessmer Snipe e Hermann Sommer nel 1928, mentre nel 1949 il gruppo di ricerca guidato da Arnold Burgen identificò il meccanismo tramite il quale viene esplicata l’azione tossica.

Ne parliamo oggi con il chirurgo Enrico Motta che ci ha raccontato il suo utilizzo nella medicina estetica e, per i più coraggiosi e poco impressionabili, alla fine del video vedrete un intervento che riguarda le rughe di espressione, più note come zampe di gallina, su una donna che si è sottoposta nello studio del chirurgo plastico Enrico Motta.

 

 

Si ringrazia il chirurgo plastico Enrico Motta

Motta & Partner

Istituto chirurgico Palazzo Manzoni | Medicina e Chirurgia Estetica

Via dei Mille, 14 25122 Brescia

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati