Tutto inizia così: con lo studio delle uscite, bisogna cercare di memorizzare nel minor tempo possibile tutte le informazioni necessarie. Le vestieriste si mettono subito al lavoro, le modelle iniziano a curiosare negli stand a loro assegnati. Addetti ai lavori e fotografi iniziano a spuntare come funghi fra scarpe e borse, pronti a curiosare dove non si potrebbe, pronti a catturare qualche sguardo o qualche modella nascosta che mangia un po’ di pane..

 

Siamo nel backstage di ALV by Alviero Martini: borse ed accessori a non finire, colori e vestiti eleganti sono tutti mescolati e non aspettano altro che varcare la tenda pesante che li divide dal palcoscenico per risplendere sotto le luci della Galleria Vittorio Emanuele, nel centro pulsante di una Milano scossa dalla settimana della moda

Le modelle vanno condotte, accompagnate quasi per mano in questo momento, qualcuno prende le redini e inizia a spiegare un po’ in italiano e molto in inglese: ordini precisi e mirati, qui non si può sbagliare

c’è qualcuno già pronto che si mette in fosa per farsi immortala prima dell’uscita, chi corre al trucco perchè ha paura di non essere perfetta, un ottimo mix di emozione e tensione.. manca poco e il pubblico inizia il suo dolce brusio a pochi metri da qui

Pelle di porcellana che si mescola a foulard dai mille colori, tessuti stampati con mille timbri (di passaporti), e anche una piccola cagnetta, special guest della sfilata che è già pronta per il suo momento
 


 

 

ed ecco lui, lo stilista, la persona che ha dato vita a tutto questo movimento, tutte queste emozioni che si mescolano tutte insieme, fra la paura e la voglia di emozionare anche il pubblico fuori che ci attende..

A questo punto, tutto è pronto: sù il sipario e via allo spettacolo
[rimanete connessi perchè le fotografie della sfilata arriveranno presto!!!]

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati

11 Risposte

  1. Anna Bonfiglio

    Ciao bellissima!
    Conosci lo stilista Danny Wise?
    Passa dal mio blog e dimmi cosa ne pensi del mio ultimo post relativo alla sua nuova collezione Primavera-Estate..
    Grazie in anticipo..

    Anna
    http://theyellowball.blogspot.com/

  2. Giuls

    Che bello il backstage delle sfilate!
    XOXO, G!

    dacherries.blogspot.com

  3. Laura

    @Phuong: thankssss!!

    @Noesse: si, molto particolare!! non vedo l'ora di pubblicare le foto della sfilata, vedrai che look!!

    @C.Y: Grazie mille! Ho voluto spiegare l'atmosfera, spero di esserci riuscita!! baci

  4. Laura

    @Irene: grazie mille!! è stato un po' difficile visto il risicatissimo spazio, ma sono contenta di aver reso l'idea!

    @Enery: ma grazie mille!! sono felice che il mio blog ti piaccia!! Passo volentieri!

    @Giulia: per me è stata la seconda volta, avevo visto altre sfilate ma devo ammettere che il backstage è sempre molto emozionante!

  5. C.Y.

    che bello questo post. mi piace come hai spiegato nel dettaglio le cose:)
    saluti da RedPassion

  6. Noesse

    che colore particolare quella borsa… un verde acido/giallo banana, carina!

  7. Enery

    Che bello il tuo blog!!!
    Passa da me se ti va =)
    Love
    Enery