A chi non piacerebbe avere il dono della scrittura? Prendere in mano la penna e dare vita ai pensieri e farne uscire fuori un libro divertente, che si legge tutto di un fiato (personalmente ho impiegato due viaggi in treno per un complessivo di circa sette ore), che ti fa sognare, piangere e ridere?
Quello che consiglieresti a tutte le donne che conosci perchè sei sicura che gli piacerebbe, ma anche agli uomini perchè potrebbero imparare qualcosa! Un libro che non ha età, non ha un target definito, perchè si apprezza indipendentemente da chi sei, quanti anni hai e cosa fai.


Questo dono, secondo me, non lo hanno in molti.. ma lei decisamente si:

10 secondi per conoscere….





1. Nome, soprannome e titolo del libro
Alessandra Varone. Soprannome? O mamma e se non ne ho uno perdo punti?
Le Issime: la storia di Irene


2. Perché la scelta di scrivere un romanzo e a cosa ti sei ispirata?
La scelta è stata quasi obbligata: per problemi di salute mi sono dovuta allontanare da tutto quello che era la mia vita “lavorativa”, cioè medicina e, sotto suggerimento delle mie amiche, ho preferito mettere mano ad un vecchio racconto piuttosto che friggermi il cervello davanti alla tv. La verità? È stato divertente e terapeutico.
Il centro del mio mondo sono le mie meravigliose, colorate, impiccione e maldestre amiche, le Issime appunto

 3. Quanto troviamo nel libro di autobiografico e quanto è dato da fantasia ed immaginazione?
È molto autobiografico … Il mio rapporto con Parigi, le mie amiche, mio marito e la perdita delle due donne più importanti della mia vita: mia madre e mia nonna.


4. Quanto tempo è trascorso dalla stesura della prima bozza alla stampa della casa editrice?
Anche qui sono inusuale: il libro è nato in tre mesi: da gennaio a marzo 2009. Il libro è stato inviato alle case editrici tra marzo e aprile 2009. A luglio ho avuto i primi riscontri ( per mia fortuna tutti positivi) e poi ho scelto con calma la casa editrice che mi sembrava più onesta. A gennaio 2010 abbiamo firmato il contratto, che mi vincola con loro per due anni e il 29 aprile il mio libro era in libreria.


5. Il ruolo delle Issime nella vita reale?
Beh, fondamentale! Sono, anzi siamo delle pazze, ognuna di loro ha contribuito a farmi diventare una persona migliore. Pensa che, se non fosse stato per loro, non avrei mai avuto il coraggio di inviare il mio manoscritto a qualcuno. In una delle nostre riunioni rosa ho dovuto pagare pegno ( chi arriva in ritardo di solito paga da bere e loro si sono messe d’accordo e mi hanno dato un orario sbagliato!) e così sono stata obbligata a mandare il romanzo a cinque piccole case editrici, il resto è storia





6. Quale significato ha per te il verbo “scrivere”?
Oddio è difficile da spiegare: è poter vivere tante vite. Riuscire a far passare un messaggio positivo, far divertire e perché no anche piangere. E’ toccare, in qualche modo, altre persone.


7. La creazione di un libro ha pro e contro: cosa hai imparato da questa esperienza e cosa avresti volentieri lasciato all’ignoto?
Ho imparato la pazienza, il coraggio di buttarsi nel vuoto e a credere un po’ di più nelle mie possibilità, anche se con me stessa sono tremendamente tedesca. Contro? Nessuno! Anche se i miei libri non dovessero avere successo, io scrivo per me e perciò sono felice già così.


8. Progetti futuri? Come, dove e quando?
Tanti!!! Il mio secondo figlio letterario il mondo di Artemisia ( una favola in più puntate) e il terzo Senza Far Rumore sono al vaglio di due case editrici un po’ più grandi della mia. La differenza è che sono stati loro a cercare me e non io loro!


9. Dove troviamo il tuo libro?
In Liguria nelle librerie Coop, nella libreria del Porto Antico a Genova e tra poco alla libreria Edison alla fiumara dal cinema UCI. Altrimenti on line lo trovate sul sito ufficiale di Altro Mondo Editore


10. Quale domanda avresti voluto e che risposta mi avresti dato?
Sei stata perfetta non mi sarei chiesta di più né di meno

 


Prima di salutarvi vi lascio qualche link interessante: potete trovare altre informazioni su Alessandra, e sul libro, cliccando la pagina di facebook e alcune recensioni: forum donnamoderna.com, community donnamoderna.com, ibs.it e zh-tw facebook



 

bloglovin

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati

3 Risposte

  1. Stefy

    Che carina la copertina! Viene voglio di leggerlo! 🙂