L’ho conosciuta grazie a Donna Moderna, perchè ci siamo ritrovate insieme in quel turbine che la settimana della moda donna milanese sa creare. Fra una sfilata ed una presentazione, la stesura di un articolo ed un aperitivo ci siamo conosciute! Non ha peli sulla lingua, dice quello che pensa, per questo piace. Ci vai d’accordo se sei come lei: sincera e senza scheletri nell’armadio. Certo, lei sa anche truccarsi e calarsi nel ruolo che gli outfit ti “impongono”, ma rimane una persona genuina ed oggi parliamo proprio di lei!

10 secondi per cono­scere…. Alessandra

blog Miss Pandemonium

 

 

1-    Quale è il nome del tuo blog e perché lo hai scelto?
Quasi tre anni fa, ho aperto il mio canale su youtube con il nickname di PandaPlastique. Quando ho aperto il blog, a Settembre 2010, volevo che una parte del lavoro fatto precedentemente rimanesse con me, che fosse visibile. Proprio per questo motivo ho riportato la figura del panda con un gioco di parole sul “pandemonium” che, fra l’altro, è il nome di uno smalto che adoro

2-    Quale caratteristica costituisce la peculiarità dei tuoi post?
In qualsiasi caso, dico la mia: che sia l’ultima collezione di una griffe o il comunicato stampa arrivato via mail, non amo particolarmente non esprimere una mia opinione, insomma è un blog, chi lo legge sarà interessato a ciò che penso io, se no sarebbero sufficienti le riviste! Mi piace condividere la mia opinione e sapere quella degli altri, magari cambio idea

3-    Come nasce l’idea di un post?
Su MissPandamonium ci sono appuntamenti fissi che sono stati pensati apposta per i follower, la rubrica del martedì, Tuesday Inspiration, propone due look basati sullo stesso colore, accessorio o capo e, a quanto vedo, piace ai lettori sia perché sanno cosa aspettarsi, sia perché le idee outfit piacciono a tutte noi fashion addicted. Non manca mai una review a settimana, ho iniziato a leggere i blog per questo e per me sono fondamentali. A parte ciò, mi lascio ispirare da ciò che vedo e ciò che leggo, posso voler condividere una notizia o una scoperta del web, amo scovare giovani brand o designer, che solitamente intervisto

4-    In cosa sei imbattibile come fashion blogger?
Nella versatilità, ho uno di quei fashion blog che non c’entrano la propria attività sugli outfit giornalieri e quindi posso preoccuparmi della moda sotto l’aspetto che più preferisco in quella giornata, che sia una borsa o l’ultima sfilata, dipende solo da me.
Inoltre, non amo parlare delle cose lette e stra-lette: se vedete un mio articolo sull’ultima sfilata della Paris Fashion week è perché magari voglio parlarvi del make up delle modelle o di un motivo della stoffa che si ripete, non per farvi vedere le immagini ufficiali della sfilata. Per quello ci sono un milioni di siti web!

5-    Cosa non ti piace degli altri fashion blogger (e perché)?
L’altezzosità che ormai regna sovrana. Vedo blogger nate da poco che si pavoneggiano come fossero rock star da un milione di dollari a concerto: respirate e calmatevi, che è meglio. Ho fra le mie più care amiche blogger molto conosciute che sono alla mano, cortesi e non se la tirano per niente e se non lo fanno loro, non capisco perché dovrebbero farlo le altre. Manca l’umiltà, come ho già detto molte volte, assaporare i momenti e le soddisfazioni come se fossero irripetibili. Quando sono stata scelta come capo blogger da Donna Moderna per la fashion week di febbraio ’11, diventavo rossa quando lo raccontavo

6-    La tua foto outfit più bella?
Estate ’11 Forte dei Marmi, dopo 8 giorni di relax puro, si nota? Adoro quel vestito!


7- Chi ti fotografa?
Dipende! Per ora i fotografi ufficiali sono stati mia mamma, mia sorella e il mio ragazzo che si sta applicando per diventare bravo e competente!

8- Cosa rappresenta per te la moda?
Dire che è tutto credo sia abbastanza scontato. Avere una passione del genere ti porta ad essere sempre attenta e interessata a qualsiasi particolare, specialmente nella quotidianità. Non smetti mai d’imparare, d’informarti, di apprendere, di conoscere perché è sempre in continuo movimento. La amo perché ha così tante sfaccettature da essere in grado di raggruppare in se ognuno di noi, indipendentemente dai gusti o dalle preferenze. E’ unica

9- Quale è il tuo sogno nel cassetto?
Sono al secondo anno di scienze della comunicazione, l’ho scelta per intraprendere la strada delle pubbliche relazioni o del giornalismo. Non ho ancora le idee chiare anche se propendo di più verso un lato che l’altro, ma una cosa è sicura, vorrei lavorare in questo mondo o in quello della cosmesi. Anzi, in realtà vorrei solo essere felice

10- Perché hai deciso di partecipare a questa mini intervista?
Mi piace come imposti le interviste, mi piacciono le domande che fai e, soprattutto, mi piaci tu e il tuo blog. Quindi grazie davvero per l’interesse mostratomi e per l’opportunità, ne sono onorata!


Laura

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati

4 Risposte