La tenuta di Artimino è senza dubbio un luogo incantevole dove storia, cultura, arte e natura si intersecano per dar vita a un posto speciale: un luogo dove il tempo scorre più lentamente, dove ci si può abbandonare alla pace del silenzio delle colline, immersi fra i gelsi antichi e lecci monumentali. 700 ettari immersi nella campagna toscana compongono la proprietà che ha al suo interno la famosa villa medicea la Ferdinanda, costruita nel 1596 e diventata patrimonio UNESCO.

Dal 1989, la tenuta di Artimino è di proprietà della famiglia Olmo: fu proprio Giuseppe Olmo, noto ciclista degli anni ’30, medaglia d’oro olimpica e recordman dell’ora, a volerne il restauro per trasformarla in un luxury resort. Per questo motivo oggi troviamo la Paggeria Medicea, un incantevole hotel di charme 4 stelle, il ristorante gourmet Biagio Pignatta Cucina e Vino, gli appartamenti del borgo medievale di Artimino, la spa con il centro wellness, le residenze di campagna, l’azienda agricola, le cantine e il museo etrusco. Un vero e proprio microcosmo da scoprire fra i vigneti e oliveti, campagne coltivate e natura incontaminata.

All’interno di questo splendido complesso, abbiamo avuto l’occasione di essere ospiti presso le residenze del borgo medievale dove, fra le antiche mura immersi nella storia, si trovano gli appartamenti pensati per chi desidera una forma di ospitalità diversa, più libera e informale, ma esclusiva e completa di tutti i comfort allo stesso tempo, ideale per famiglie. Ci siamo così trovati nel cuore di un autentico scorcio di medioevo, a pochi passi dall’antica torre dell’orologio.

Il nostro soggiorno estivo si è così svolto nella totale pace delle colline toscane, attraverso esperienze gourmet fuori e dentro le cucine. Abbiamo avuto infatti l’onore di partecipare a una private cooking class insieme a chef Michela Bottasso, che ci ha svelato i segreti della sua pasta fatta a mano, in carta nel ristorante gourmet.

La tenuta di Artimino non è solo relax e cooking class, ma anche piscina e spazi verdi, dove gli ulivi sono gli assoluti protagonisti e regalano un luogo unico nel loro genere. Luogo perfetto dove rilassarsi, leggere un buon libro, ma anche divertirsi con l’acqua fra tuffi e nuotate. L’ampio spazio all’aperto viene inoltre utilizzato anche per cena sotto le stelle come quella che abbiamo vissuto noi la sera di Ferragosto, in un incantevole atmosfera che rimarrà sempre nei nostri cuori.

La tenuta di Artimino ci ha letteralmente rubato il cuore e speriamo davvero di poter visitare nuovamente questo luogo incantato, per viverne la magia e portare a casa il sapore di Toscana che resta sulla pelle e nei ricordi più belli dopo aver trascorso alcuni giorni qui.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata