Intorno ai trent’anni, ahimè, bisogna iniziare a pensare un po’ più seriamente alla questione rughe e linee sottili,. Perché non farlo mentre dormiamo con la nuova Superdefense Night Recovery Moisturizer di Clinique, la crema notte rigenerante che agisce mentre la nostra pelle riposa? Questa formula aiuta a combattere i primi segni d’invecchiamento, provocati durante il giorno da smog, freddo, vento, sole e dallo stress della vita frenetica di tutti i giorni. Perché la nostra pelle, si sa, ha bisogno costantemente di essere nutrita, oltre che dissetata, non solo al mattino quando ci alziamo e ci prepariamo per affrontare una nuova giornata, ma anche durante la notte.
Superdefense Night Recovery Moisturizer è composta da un mix di ingredienti essenziali, quali per esempio le vitamine E e C, che combattono i radicali liberi, l’estratto di foglie di rosmarino e di alga verde, che rafforzano la barriera idrolipidica naturale della pelle e, nel contempo, stimolano la produzione di collagene ed elastina, riducendo le linee sottili e le rughe. La proteina del siero di latte, un polipeptide naturale ricco di amminoacidi, che aiuta la pelle a rassodarsi e ad essere più compatta ed elastica.
La crema, inoltre, contiene il burro di Murumuru, ottenuto dalla palma del Murumuru, che cresce in Brasile, ed è ricco di acidi grassi che contribuiscono a consolidare la barriera idrolipidica. La pelle così risulta più forte per resistere meglio agli stress esterni.
L’estratto di salvia Sclarea favorisce la ricostituzione dei lipidi cutanei che apportano
idratazione a lungo termine. Lo ialuronato di sodio, una sostanza umettante che aiuta a mantenere la pelle compatta e immediatamente rinfrescata.

Prima di andare a dormire, prendetevi i 5 minuti necessari per applicare Superdefense Night Recovery Moisturizer sul viso, la vostra pelle ne risulterà idratata, più compatta e pronta per affrontare una nuova intensa giornata.

 

IMG_0242

IMG_0241

A proposito dell'autore

Milanese, anzi dell’hinterland, fin da piccola sogna di trasferirsi in Australia, ma ama troppo l’Italia per farlo davvero. Si accontenta di viaggiare ogni volta che ne ha l’occasione. Classicista dall’adolescenza, laureata in Spettacolo e Comunicazione, ama il cinema in tutte le sue forme e in particolare quello d’animazione, meglio se giapponese. Lavora per “Gli Inglesi”, scrive da quando ha imparato a farlo e non si fermerebbe mai

Post correlati