Può Jackson Pollock divenire ispirazione per una collezione invernale di moda? Assolutamente sì, e ce lo dimostra la sfilata Sportmax che propone in passerella uno stile sofisticato e raffinato. La donna esce dallo schema e non vuole più omologarsi ma anzi, desidera ardentemente essere chic ed elegante, unica nel suo genere. L’utilizzo dei materiali strizza l’occhi a questi desideri e la nuova collezione fall winter diventa un tripudio di esperienze tattili: volpi, pellicce stampa leopardo e esotiche pelli effetto pitone vengono accostate in combinazioni inaspettate e decisamente accattivanti. Si passa dal trench leopardo stretto in vita da una cintura, decorato con dettagli in pitone nero sulle maniche, al maxi cappotto in volpe con inserto in leopardo sulla schiena. Pollock gioca un ruolo d’ispirazione e dà vita, indirettamente, a cappotti ricamati con fili multicolore di mohair, spazzolati e cardati.

 

Si hanno di fronte silhouettes femminili con un focus sul punto vita, un perfetto bilanciamento delle proporzioni, per una collezione decisa, ma al contempo resa morbida dall’utilizzo di soffice cachemire double. L’attenzione per il materiale massima, le forme non perdono la loro artigianalità, trovando qui una nuova forma, innovativa. Il blazer torna protagonista: ispirato impeccabili completi sartoriali, è stretto in vita, sì allarga sui fianchi ed è abbinato ad ampie gonne al ginocchio oppure a culottes. La donna Sportmax è pronta ad affrontare la nuova stagione con uno spirito coraggioso e decisamente femminile, con il quale va alla scoperta di un gusto dal sapore lussuosamente esotico, camminando sicura su decolletè iper sexy grazie all’inserto di larghe strisce di pelle nere o bianche sul collo del piede, a chiudere la figura con elegante grazia

 

0002633344

0002633347

0002633357

0002633359

0002633314

0002633324

0002633326

0002633328

Immagini courtesy of SPORTMAX | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati