Se dico Cappella Sistina sono sicura che qualcuno di voi mi dirà che c’è stato, che l’ha visitata in gita scolastica, oppure con la famiglia oppure ancora con fidanzata/o qualche anno fa. Di sicuro non c’è da stupirsene. I musei vaticani e la Cappella Sistina, infatti, sono senza dubbio due luoghi simbolo della cultura e della storia che possiamo visitare nella nostra penisola. I musei vaticani, infatti, solo per dare un numero, ogni giorno vedono dai 20.000 ai 30.000 visitatori fra le loro sale.  Questo incredibile numero è solo uno dei  molteplici dati che potrei fornirvi per rendere l’idea del volume di turisti, e non, che popolano ogni giorno questi spazi così incredibili.

Nell’ottobre del  2014, la Cappella Sistina ha subito una profonda trasformazione riscuotendo il plauso internazionale grazie alla modernissima illuminazione LED ideata, realizzata ed installata da OSRAM Lighting Solutions.  Questo intervento minuzioso aveva come focus la valorizzazione dell’immensa opera artistica e culturale che si trova all’interno di questo spazio così sacro e magnetico.  Il lavoro è stato sapientemente portato a termine permettendo oggi ai visitatori di godere di una nuova Cappella Sistina, dove i dettagli non sono più nascosti all’occhio umano, ma sono invece  portati in rilievo attraverso l’intervento di cui non si percepisce l’installazione.  Una volta all’interno della Cappella Sistina, infatti, si percepisce una luce diffusa, precisa ed accogliente senza però capire esattamente ne da dove provenga ne con quale intensità.

 

 

Questo aspetto rappresenta il prezioso risultato che OSRAM Lighting Solutions è riuscita a portare a termine offrendo non solo un’illuminazione perfetta, ma anche, e soprattutto, la  contemplazione delle esigenze artistiche ed estetiche,  quali l’integrazione degli apparecchi e dell’impianto elettrico nella struttura architettonica, senza dimenticare il risparmio di energia e la sostenibilità.

Dopo il grandissimo successo realizzato nella Cappella Sistina, il Vaticano ha palesato una nuova necessità ovvero quella di un illuminamento notturno compreso  fra i 100-200 lux,  per offrire sicurezza ai visitatori consentendo loro anche la lettura durante gli eventi e le celebrazioni di piazza San Pietro. Per svolgere questo compito non c’era sicuramente partner migliore di OSRAM. Grazie a quest’azienda, una fra le due aziende leader mondiali nel settore dell’illuminazione con una storia di oltre 100 anni, Piazza San Pietro è oggi ancora più bella.

 

 

Il nuovo sistema di illuminazione è caratterizzato da parecchi LED outdoor moderni ed efficaci, che proiettano una luce unica e permettono di risparmiare circa 70% di energia. Il concept  progettuale, pensato e proposto dalla direzione dei servizi tecnici del governatorato dello Stato della città del Vaticano, è stato realizzato grazie a OSRAM.  La stretta collaborazione con i servizi tecnici delle governatorato è stata fondamentale per il successo di progetti di elevata rilevanza storico, artistica conservativa proprio come già accaduto per il nuovo impianto della Cappella Sistina che, dal 2014, la illumina con la brillante luce LED  in grado di proteggere e valorizzare i capolavori di Michelangelo.

In piazza San Pietro, invece, i 132 proiettori LED   installati assicurano un’illuminazione brillante ed uniforme della piazza, esaltandone l’architettura, attraverso l’accentuazione dell’imponente colonnato e delle cromie naturali del marmo. Il nuovo sistema presta attenzione particolare alla sostenibilità, che si esprime attraverso la sensibile riduzione del consumo di energia e l’eliminazione dell’inquinamento luminoso. I 132 apparecchi LED installati rappresentano una versione ad hoc del cablaggio passante e connettori speciali, che agevolano l’interconnessione degli apparecchi. Gli apparecchi integrano un sistema di controllo DALI Professional e producono una tonalità di luce bianca neutra con temperatura di colore di 4000K.

Piazza San Pietro,che si apre di fronte all’omonima basilica, è composta da una sezione a forma di trapezio ed una superficie ovale che complessivamente occupano 48.000 m quadri. La piazza può contenere fino a 200.000 persone, che vi confluiscono durante le celebrazioni e gli eventi speciali, come la Pasqua o l’elezione del pontefice, ma non solo. I lavori di restauro della piazza sono iniziati nel 2011: all’inizio dell’anno, in collaborazione con la direzione dei servizi tecnici del  governatorato SV, OSRAM  ha realizzato il nuovo progetto di illuminazione basato sulla moderna tecnologia LED, inaugurato il 20 ottobre.  Essere presente durante quest’inaugurazione è stata senza dubbio un’esperienza incredibile che mi ha regalato un’emozione davvero senza pari,  che spero abbiate la possibilità di vivere presto

Di seguito e in copertina potete ammirare le foto ufficiali. Fonte: Governatorato S.C.V. – Direzione dei Musei

wsimport632597661601378409 wsimport1531083957421126443 wsimport1734410766961884933 wsimport4102126928091089904 wsimport4364902017160927040 wsimport7025654323770533671

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati