Persy, nuovo talento emergente del panorama della moda internazionale, porta sulle quest’anno sulle scene una misteriosa lady dal fascino prettamente dark.

Una donna scende una scalinata avvolta da un elegante abito dall’ allure gotico e sensuale. Capelli scuri, fluenti, labbra dipinte di un rossetto dalle tinte forti e un portamento elegante e sicuro di sè, ecco la  femme fatale presentata nella nuova collezione Haute Couture Primavera/Estate 2014 dell’israeliano, ma parigino d’adozione, Yaniv Persy.

Cresciuto artisticamente nelle scuderie di John Galliano, Donna Karen, Lanvin – Albert Elbaz, Apostrophe e Roberto Cavalli, nel 2009 lancia il proprio brand che porta il suo nome, creando quattro diverse divisioni quali Haute Couture, Prêt a Porter, Pre-collezione ed Accessori.

Quella dedicata alla primavera/estate è una collezione che prende ispirazione dalle Cattedrali e chiese gotiche, decisamente architettonica, strutturata, e di forte impatto visivo ed emotivo. Largo all’uso potente di seta, chiffon, taffeta e cotone, e all’impiego di forme quasi futuristiche e sinuose. La palette di colori usati si racchiude in un’unica semplice parola: Oscurità. Nero, blu e rosso cardinale sono i prescelti per accompagnare la donna firmata Persy lungo la navata dell’esistenza, fatta di silente raffinatezza e femminilità e di un’aura noir e glamour che punta direttamente ai contenuti invisibili della propria anima.

Pictures courtesy photograher Shay Kedem

Articolo scritto e redatto da Carolina Ogliaro | Tutti i diritti sono riservati