In un battito di ali siamo già Natale.

Sì, il Natale, il momento dell’anno che più amiamo: non solo perché la città e le nostre case si illuminano di dolcissime luci ad intermittenza e colorate, ma anche perché questo periodo ci regala qualche giorno da vivere in famiglia senza fretta e con quella voglia di stare insieme e divertirci tutti insieme.

Questo, per me, è il secondo Natale da mamma. Il primo lo abbiamo festeggiato in una Milano assonnata ed estremamente lenta con due bambine che festeggiavano le loro prime due settimane di vita e noi, con loro. Questo Natale invece è diverso, le bimbe hanno appena compiuto il loro primo anno e la casa si è animata di una festa con i nonni e gli amici più cari.  Ma i festeggiamenti sono solo iniziati. Il conto alla rovescia è attivato da settimane e ormai ci siamo quasi.

Babbo Natale è pronta a portare tanti bellissimi regali a Gaia e Giada ma qui i pensierini hanno già iniziato a varcare la soglia di casa grazie a Brums che ci ha accompagnato sin dalla nascita e che, ogni giorno, avvolge le due piccole principesse di casa con tessuti preziosi ed un’altissima qualità.

Brums ha una storia che vanta più di sessant’anni di esperienza e questa è sicuramente una delle ragioni per le quali ho scelto di far indossare alle mie piccole bimbe i loro capi fino da quando erano veramente neonate. Questo marchio infatti, grazie alla sua decennale esperienza ed all’analisi profonda dei bisogni delle mamme e dei bambini, riesce a proporre continuamente collezioni che vantano un rapporto qualità prezzo davvero importante e, al contempo, permette di vestire i bambini con capi che gli permettano di giocare e muoversi in assoluta libertà.

Questo risultato è stato raggiunto da Brums grazie all’ascolto costante delle mamme, dei loro desideri e degli stili di vita.  Ogni capo porta con sé esperienza, innovazione e grande attenzione alla qualità e alla sicurezza. Elementi indispensabili che ogni mamma vari cercando per i propri figli. Nella tradizione Brums  la cura nella scelta dei tessuti, l’adozione di misure anche soffocamento che vanno ben oltre quanto richiesto dalle normative italiane ed internazionali e la cura nel soddisfare il bisogno di comfort e libertà dei movimenti dei bambini, rappresentano da sessant’anni elementi di forza delle collezioni del brand  che, inoltre, riescono ad esprimere uno stile unico.

Chi nel 1955 vestiva Brums, oggi continua del termine grazie per comprare capi per i figli e nipoti, non è quindi un caso che i nonni di Giada e Gaia  se anche loro fan di questo marchio di abbigliamento bambino.

A questo punto non mi resta che augurarvi un ottimo Natale, ed un sereno anno nuovo, che sia ricco di felicità e serenità.  Se, come noi, volete sbagliare nell’acquisto dei regali natalizi, non posso di consigliarvi di curiosare il sito ufficiale Brums, sempre ricco di proposte di abbigliamento bambino ed accessori.

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-31

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-32

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-33

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-34-1

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-34

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-35-1

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-35

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-37-1

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-37

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-38

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-40

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-41

whatsapp-image-2016-12-16-at-15-12-42

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati