Il mio incontro con Nashi Argan è accaduto per caso durante una pausa pranzo al lavoro, quando, con alcune colleghe, si stava parlando di prodotti naturali per capelli. Io non li conoscevo e un mia collega mi ha assicurato che mi sarei trovata subito bene. Poco dopo sarebbe stato il mio compleanno e una mia amica, presente durante il pranzo, mi ha regalato il set completo per i capelli. Credevo che non avrei notato cambiamenti sostanziali dopo poco tempo e invece, già dal primo utilizzo, i capelli erano più morbidi, setosi e sani allo sguardo. Da quel momento sono diventata addicted dei prodotti Nashi Argan. Non potevo quindi non provare il nuovo Lip Balm, uscito da qualche mese. Un balsamo nutriente e addolcente per le labbra che le idrata e le rende morbide.

Come i prodotti per i capelli, il Lip Balm di Nashi Argan è formulato con ingredienti naturali, quali l’olio di Argan biologico, l’olio di Acai, il burro di Cupuacu e la cera d’api, che uniti insieme hanno un profondo effetto lenitivo, proteggono dalle aggressioni degli agenti esterni (freddo, vento, sole e inquinamento) e rendono morbide anche le labbra più secche. L’olio di Argan, ricco di acidi grassi insaturi, di acido linoleico e di vitamina E, ha la capacità di stimolare le funzioni vitali delle cellule, ristrutturare e idratare in profondità. L’olio di Acai possiede caratteristiche emollienti e rigeneranti e aiuta a ricostruire il normale funzionamento del mantello idro-lipidico delle labbra. Il burro di Cupuacu, ricco di omega 9, possiede proprietà antiossidanti. Infine la cera d’api esercita un’azione protettiva sullo strato superficiale delle labbra.

Io ho usato il Lip Balm qualche tempo fa, quando ho avuto un forte raffreddore, che mi ha reso le labbra secche e screpolate e in poco tempo sono tornate normali. Vi confesso che ne ho applicato una minima parte anche sul naso, dolorante e screpolato per i continui starnuti, provare per credere.

Nashi Argan Lip Balm

A proposito dell'autore

Milanese, anzi dell’hinterland, fin da piccola sogna di trasferirsi in Australia, ma ama troppo l’Italia per farlo davvero. Si accontenta di viaggiare ogni volta che ne ha l’occasione. Classicista dall’adolescenza, laureata in Spettacolo e Comunicazione, ama il cinema in tutte le sue forme e in particolare quello d’animazione, meglio se giapponese. Lavora per “Gli Inglesi”, scrive da quando ha imparato a farlo e non si fermerebbe mai

Post correlati