Colori freddi, materiali glaciali.

Questo il nuovo mood che anima le nostre case ed abita i nostri cuori. Il freddo per eccellenza varca la soglia delle nostre dimore e si trasforma nel protagonista assoluto, incontrastato. Abbiamo rinunciato ai colori pastello, alle tinte rubate alla natura come quelle che scaldano il cuore con il tramonto o l’alba. Abbiamo abbandonato i materiali notoriamente caldi come il legno che, se ancora sopravvissuto, è stato sbiancato e privato delle sue nuance più avvolgenti per diventare la base di una palette cromatica sempre più vicina allo stile nordico.

Abbiamo rinunciato ai quadri, alle pitture variopinte, ai mobili della nonna. Abbiamo rinunciato ai fiori colorati nei vasi e siamo rimasti con l’essenza, la base cromatica che spiazzia, arreda e completa uno spazio che si desidera sempre più minimal. Anche le stoviglie hanno seguito questa nuova moda, portando in tavola materiali e palette cromatiche da brivido. Gli ambienti si sono fusi fra di loro, in un unico status che si ripropone stanza dopo stanza, centimetro dopo centimetro inneggiando a una continuità stilistica che trasforma la nostra casa in una serie ben combinata di elementi tutti con un unico comune denominatore. E mentre fuori dalle finestre la città o la campagna prende vita e cambia i suoi colori seguendo fedelmente le stagioni, nelle nostre quattro mura regna il freddo. Un freddo nuovo, incredibilmente nuovo.

Un freddo che ha il potere di scaldare e di avvolgerci, come in un abbraccio. Un freddo che si propone nuovo con il cambiare della luce naturale esterna e che sa sorprenderci ogni mattina ma sopratutto che lascia a noi, i suoi abitanti, il compito di renderlo caldo a dovere. E così si trasforma da gelido a freddo che scalda, dentro e fuori le mura.

colorifreddi09.42

colorifreddi04.33

colorifreddi05.08

colorifreddi06.26

colorifreddi06.40

colorifreddi08.52

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati