Spesso le idee migliori arrivano dopo un viaggio, dopo aver conosciuto qualcuno oppure dopo aver vissuto un’esperienza che ci ha lasciato qualcosa ma soprattutto la voglia di creare qualcosa di nuovo o di portare nella nostra città qualcosa di bello che abbiamo visto altrove. Nasce così, quattro anni fa, un locale piccolissimo in via Savona. Sotto il nome di Hambistro prende forma infatti un luogo in cui sentirsi a casa diventa uno dei punti focali di Costanza Zanolini, la fondatrice.

Non c’è posto più bello della propria casa

Così diceva Dorothy strofinando le scarpette rosse ed è proprio partendo da quest’idea che si è voluto investire per rinnovare il layout e l’offerta di un locale dove l’attenzione dettagli e alle materie prime di qualità resta invariata ma che oggi si arricchisce puntando sulle nuove frontiere del gusto. Un ampio spazio viene dedicato all’hot-dog gourmet, strizzandola che la New York oltreoceano proponendo una versione italiana nuova e buonissima. Dall’altro lato si aggiunge una proposta vegetariana stagionale con la riscoperta di piccoli produttori di birra artigianale e una lista dei vini di qualità.

Hambistro aperti sui battenti quattro anni fa ma oggi si rinnova assecondando i naturali cambiamenti della clientela e dei titolari stessi. L’esigenza è stata proprio quella di tornare a una casa dove sentirsi accolti e a proprio agio, riconoscendosi in ogni dettaglio. Hambistro diventa così adulto e con lui nasce un nuovo menù.

Da sempre amanti della carne oggi si aggiungono proposte che abbracciano le nuove esigenze del mercato. Alla proposta dei burger più amati, diventati ormai un classico e realizzati con materie prime di qualità, si aggiunge un’intera sezione di proposte veggie realizzate con il contributo di Alice Agnelli aka Gipsy in the Kitchen.

Fiore all’occhiello diventano anche il pane artigianale, le patatine fritte fresche e i piccoli dolci che rendono almeno ancora più speciale e interessante. Le birre vini sono il risultato di un’attenta ricerca sul territorio italiano e l’ultima novità riguarda la domenica dove, dalle 11:30 alle 16, è possibile scegliere l’offerta del brunch. Un piccolo locale decisamente da provare e dove spaziare fra le varie proposte racchiuse in un menù semplice ed essenziale


A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati