CO|TE presenta la nuova collezione primavera estate 2016 durante la settimana della moda milanese sotto il nome di The Secret Garden.

Ed è proprio un giardino segreto quello attorno al quale ruota tutta la proposta del brand: fiori tropicali colorati ed inebrianti si vanno intrecciare sul cammino della donna CO|TE che indossa così fantasia ed immaginazione che prendono forma su tessuti jacquard blu con piccoli rettangoli bianchi e tessuti traforati in blu e in bianco, dallo spirito più sportivo che si alternano a ricami su organza effetto pizzo e vengono infine abbinate alla stampa carpa mixata a fiori grafici. La stampa, realizzata in versione sia micro che macro, offre due possibili prospettive per un effetto di volta in volta più minimal oppure più pop.

CO|TE immagina le sue eroine mentre camminano risolute e perfettamente a loro agio fra le fronde di una foresta vergine oppure per le vie deserte di una metropoli immortalata dalla fotografia di Thomas Struth. Proprio lavoro del fotografo tedesco al quale gli stilisti Tomaso Anfossi e Francesco Ferrari vogliono rendere omaggio, funge da polo di ispirazione per le atmosfere e l’impostazione della collezione. Prosegue quindi con la collezione primavera estate 2016, il percorso di sperimentazione e ricerca nei tagli, nei volumi, nell’impiego di materiali e nell’abbinamento di colori, tessuti e ricami.

Un altro tema esplorato nella collezione The Secret Garden è quello dei fiori tropicali: la stampa Hawaii si ispira uno dei ricami della collezione, traducendolo in chiave bidimensionale. L’amore per la botanica e per gli elementi naturali, rielaborati con strumenti grafici, consente così di creare nuove visioni nell’universo CO|TE.

COTE Cruise SS 2016 (17)

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati