Miriam e Piero Cividini, designer dell’omonimo brand, portano in passerella una donna che possiede un vissuto personale, cioè una propria cultura. Quindi è una donna che riprende dal proprio guardaroba del passato capi obsoleti, che successivamente rivisita rendendoli moderni e di tendenza. Infatti, riprende la giacca “Chanel” allungandola e realizzandola in garza di lino crepe e la gonna pareo in habotai di seta trasparente foderata in pizzo

 

 

 

Gli anni ’90 diventano la contemporaneità e vengono trionfati grazie a semplici spolverini a stampa checks, ad abiti bon ton in jacquard a disegno floreale, a pantaloni diritti alla caviglia con risvolto alto in cotone e a mini top in tessuto elesticizzato. Il tocco di modernità è dato dalle trasparenze delle camicie che sagomano e lasciano intravedere la silhouette. Vertiginose zeppe in suede nero con applicazioni in pelle conferiscono personalità a look semplici

 

( Credits. MarieClaire.it)

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati