Una serata come tante nella grigia Milano, animata da un evento a base di degustazione di birra Collesi! Prodotte presso la Fabbrica della Birra Tenute Collesi, sita in Apecchio, un piccolo borgo merdievale della provincia di Pesaro-Urbino

Un aperitivo durante il quale è stato possibile assaporare tre delle sei birre da loro prodotte:

 

 La Triplo malto non pastorizzata a rifermentazione naturale in bottiglia, ottenuta da una selezione di malti opportunamente scelti, birra dai profumi di lievito fresco, vaniglia, crosta di pane caldo e miele. Caratterizzata da aromi intensi di malto e agrumi con freschi profumi di frutti tropicali, note di ananas ed albicocca. Ideale come tutto pasto con gradazione alcolica: 9°

L’Ambrata, anch’essa non pastorizzata a rifermentazione naturale in bottiglia, gusto intenso e raggiante con toni caldi ed avvolgenti, caratterizzato da un’importante impronta di luppolo che ne esalta i ricchi profumi di cereali e di frutta autunnale. Da abbinare a carni rosse alla griglia, con gradazione alcolica: 7,5°

 

 Ed infine la Bionda, birra chiara non pastorizzata a rifermentazione naturale in bottiglia ottenuta da malto pilsen. E’ caratterizzata dal gusto armonioso e fruttato che bilancia perfettamente l’intenso aroma di malto ed agrumi con una fresca nota finale di frutti tropicali. Ideale come aperitivo o in abbinamento ad antipasti leggeri, gradazione alcolica: 6°

 

 Sicuramente un birrificio interessante, le cui birre Collesi, prodotte secondo un’antica e preziosa ricetta dei monaci, sono tutte ad alta fermentazione, non pastorizzate e con rifermentazione in bottiglia, che permettono di mantenere vivi i profumi e gli aromi di ogni singolo ingrediente, rendendo uniche le birre e conferendo loro un gusto pieno ed un elegante perlage

Collesi Bini

via della Madonna n.2 – 61042 Apecchio (PU)

www.collesi.com

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati