Provare per credere. Per chi, come me, fino a che non prova sulla sua pelle non è soddisfatto, questo motto è basilare.  Ne avevo sentito parlare, distrattamente. Ne avevo letto un po’ incuriosita, poi mi sono detta, beh vediamo se quello che dicono è vero o no. BABASUCCO è un nome che, nel mondo della moda, così attento alla linea ed al benessere, non suona nuovo, anzi! Si tratta di un programma detox per mente e corpo che ha il fine di fare un reset dell’organismo, depurandolo da dentro

BABASUCCO (4)

BABASUCCO (2)

Il concetto è semplice: l’alimentazione sbagliata, gli orari alternati, le preoccupazioni e lo stress lavorativo ci inducono a cattivi pernsieri e un rapporto con il cibo non sempre troppo sano. Non ce ne accorgiamo ma piano piano, presi da altri aspetti della vita che riteniamo più importanti, come le scadenze, il lavoro ed il dovere, perdiamo di vista la nostra salute e pensiamo che il nostro corpo possa sopportare tutto. Io per prima molto spesso chiedo troppo a corpo e mente e quando me ne accorgo non riesco a trovare la chiave giusta per reagire. Leggendo il manifesto di BABASUCCO sul loro sito mi sono sentita colpita nel profondo e ho deciso di provare quello che è stato per me un trattamento su 4 giorni. Il gioco è semplice: abbandonare le cattive abitudini per iniziare una detox tutta nuova, a base di 6 succhi, creati ad hoc per garantire un benessere al corpo unito al giusto apporto di energia utile per la quotidianità

Ho iniziato di mercoledì. Sì, perchè decidiamo noi l’inizio del trattamento, la durata e la modalità dello stesso. Perchè deve partire da dentro di noi la volontà del cambiamento, del dire “basta, ora fermo tutto e ricomincio da capo“. Quanti giorni portare avanti il trattamento è a piacere della persona, tenendo conto che uno o due non sono sufficienti e che 10 sarebbe il numero perfetto. Certo è che, come nel mio caso, se dovete partire per un viaggio, o non potete sottrarvi ad una cena, dovete pensare bene agli incastri da fare! Detto questo, si parte!

BABASUCCO (10) BABASUCCO (8)

Ogni giorno, in una fascia oraria che scegliete vi arriveranno i 6 succhi (da 500ml) da consumare il giorno seguente, da tenere rigorosamente in frigo per non pregiudicarne le proprietà! L’idea non è solo di consumare i succhi ed attendere il miracolo, ma di aiutare questo processo attraverso piccoli e grandi accorgimenti che insieme creeranno il mix perfetto. Per esempio, smettere di fumare, bere molta acqua, allontanare quanto più possibile stress e preoccupazioni, per lasciare che il corpo e la mente si concentrino solo sulla sensazione di benessere. La mia esperienza? Positiva senza dubbio: certo non ho perso quei chiletti che mi porto dietro dalle vacanze anche se devo ammettere che la ritenzione idrica (alias la temuta cellulite) è diminuita notevolmente! Ma il beneficio vero l’ho avuto come mix fra il corpo e la mente. Non sembra, ma se pensiamo di fare del bene al nostro corpo, lo facciamo davvero! Avevo più energie per le mie giornate, e le affrontavo con un atteggiamento differente! La testa era decisamente più sgombra dai pensieri negativi e questo mi ha aiutato ad affrontare i crampetti di fame e i momenti in cui la sensazione di non sgranocchiare nulla facevano capolino! I succhi sono buoni, ovvio, ho i miei preferiti: 4 e 5 sopra agli altri! Ma devo dire che non è stato difficile consumarli nella giornata, magari intervallandoli fra loro senza attendere la fine della bottiglia.

A questo punto passo a voi la palla. Vi è venuta voglia di provarli? Se siete su Milano la consegna è possibile (e compresa nel prezzo), se abitate fuori città potete seguire le ricette condivise sul sito e farle a casa, munendovi di una buona centrifuga e di prodotti di prima qualità!

Laura

BABASUCCO (13) BABASUCCO

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati