Dal cuore del Giappone arriva una nuova esclusiva Avon. Si tratta di due speciali trattamenti di bellezza che non passono di certo inosservati. Da una parte la Mission Eclat, il segreto giapponese per una pelle che appare più radiosa ed elastica, consigliato alle donne a partire dei quarant’anni/quaranta cinque anni. Dall’altra la Mission Y, il rituale di idratazione in quattro fasi per pelli più giovani.

Il segreto del rituale giapponese si basa sull’applicazione, in sequenza, di formule della più leggera alla più concentrata, per terminare con creme che creano un’invisibile barriera protettiva sulla pelle. Alle donne con età compresa fra i 30 e quarant’anni, Avon dedica Mission Y, il rituale che rende l’idratazione, protagonista assoluta. Vediamo nel dettaglio le quattro fasi di cui si compone:

1. detersione

Per iniziare il rituale nel modo migliore, gli esperti skincare giapponesi raccomanda l’uso di mousse detergenti, subito dopo l’applicazione dello stuccante occhi. Le formule extra delicate delle mousse rimuovono efficacemente le impurità e preparano la pelle a ricevere i nutrimenti contenuti nei trattamenti applicati successivamente.

2. idratazione profonda

L’idratazione intesa sotto forma di lozione è una fase fondamentale nel rituale di bellezza. La lozione idratante giapponese rappresenta una novità assoluta per il mercato europeo. Simile al tonico, viene usata dopo la detersione per ripristinare il pH ottimale della pelle e, nello stesso tempo, offre la stessa idratazione garantita da un siero. Il risultato è una pelle morbida, levigata e pronta ad assorbire efficacemente i nutrienti contenuti nelle formule applicate in seguito.

3. nutrimento concentrato

Le formule nutrienti concentrate, che le donne giapponesi conoscono come essenza della giovinezza, sono le protagoniste della terza fase del rituale. Regalano alla pelle un ricco mix di ingredienti nutrienti che penetrano negli strati dell’epidermide e aiutano a riparare i danni responsabili dell’invecchiamento cutaneo. Rispetto alle lozioni, hanno formule più dense e concentrate, e vanno applicate subito dopo.

4. protezione

Il rituale giapponese si conclude con l’applicazione della crema viso. La finalità non è soltanto donare alla pelle un’azione profondamente nutriente, ma anche aiutarla a creare una barriera protettiva e invisibile che permette all’epidermide di trattenere tutti i nutrienti contenuti delle altre formule, consentendo in questo modo di (ri)conquistare un aspetto fresco e giovane.

 

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati