A chiusura delle sfilate meneghine Giorgio Armani aveva lanciato un messaggio non poco eclettico e di gran significato; un messaggio che conteneva in sé la grande voglia di ristrutturazione del gruppo, che avrebbe preso il via proprio dalla collezione autunno inverno 2017-2018:

La gente che entra in negozio vuole abbinare il tailleur con il cappotto o il jeans, fare un misto di capi e capire quanto può osare. E oserà di più con un nome importante come il mio.

Una promessa che The Old Now vi svela con il dovuto anticipo e senza misteri!

Texture vibranti e nuances sempre più accese, forme e grafismi da abbinare a piacimento e quasi senza regola, seguendo il proprio istinto. L’istinto che Armani non rinnega mai, la personalità è la chiave di ogni suo messaggio, è lo scopo delle sue passerelle ad ogni fashion week che si rispetti.

Non è l’abito che veste la donna ma lei stessa a dare un senso a ciò che indossa.

Non era forse lui a dire che non ci doveva interessare d’esser notate ma d’esser ricordate? Ebbene si! Per essere indimenticabili bisogna guardare al passato riconfermando i grandi mood che hanno fatto la storia, ma bisogna concentrarsi soprattutto sul futuro per comprendere prima di tutti gli altri cosa avverrà.

Armani si fa così mago, stratega del fashion e guarda verso nuovi orizzonti poetici, romantici e femminili.

Una donna che si reinventa, che ama il lusso e lo espone senza vincoli, lusso e personalità il binomio che emerge prepotente in passerella. Addio ai vecchi mood leggeri dell’estate; per l’inverno siamo alla volta di capi strutturati e coprenti, vintage e innovazione si mescolano dando vita a contrasti interessanti e imprescindibili.

Giacche maschili, classiche ma a scacchi, pantaloni alla caviglia sotto i quali ci aspetteremmo stringate coccodrillo e invece no. Sotto le quali Armani disegna tacchi a spillo rossi o laceup decise che la modella indossa austera.

T-shirt in velluto spiritose dai dettagli rock perché la sua donna è autoironica, essenziale e futuristica. Orecchini red a forma di tuono, perché d’improvviso arriva un temporale a scuotere le coscienze ma le ripulisce e dopo il sereno arriva sempre. Le paillettes sulle giacche esplodono colorate nella notte, i cappotti in mohair nei toni del corallo si indossano con pantaloni in velluto ricamati, decori d’ispirazione giapponese si susseguono sui coat imbottiti a dovere. La sera è pur sempre sensuale e preziosa, cristalli dappertutto invadono i minidress abbinati ai piccoli borsalini, alle borse a mano di forma geometrica, ai guanti in pelle.

La donna Armani si copre ma è pronta a scattare per mostrarsi al mondo in tutta la sua versatilità. Rompe gli schemi poiché mette la gonna a pieghe sotto la giacca dritta.

Non conferma ma sconvolge le aspettative. Bianco e nero, maschile e femminile, rock e classico, total black e iridescente multicolor, corto e lungo, piccolo e grande, largo e stretto. Contrasti attenti e imprescindibili…infiniti.

Tutto questo è Giorgio Armani per il prossimo inverno. Io sono già pronta. Voi?

 

Articolo scritto e redatto da TERESA ELEFANTE | Tutti i diritti sono riservati

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#04

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#05

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#06

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#07

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#08

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#09

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#10

Giorgio Armani Womenswear FW1718_#11

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati