Immaginatevi la sensualità. Declinatela nel profondo e nel nero. Aggiungete note maschili, il solco di un mito e la voglia di reinventarlo. Aggiungete un naso senza eguali, Alberto Morillas.

Davvero non immaginate quale può essere il risultato di questo mix? Vi do un indizio, si chiama Acqua di Giò PROFUMO ed è meglio memorizzare questo nome perché della sua freschezza del bergamotto e della nota marina che lo contraddistingue sentirete parlare varie volte. In una fragranza la profondità dello splendore ammaliante dell’incenso millenario si fondono insieme, sposandosi all’unisono. La fragranza della scia avvolgente e concentrata porta il nome di Giorgio Armani che l’amò dal suo primo momento.

Acqua di Giò PROFUMO è una fragranza elegante, impeccabile, profonda e ariosa al tempo stesso, possiede una scia tagliente come la cresta dell’onda. Parliamo qui di una storia sull’uomo e la libertà, là dove il mare incontra la sabbia nera bruciata dal sole. In un’unica fragranza troviamo un inno alla forza della natura e alla sua perfezione, alla sorprendente fusione fra la roccia e l’acqua.Acqua di Giò PROFUMO apre un nuovo capitolo che ha la pretesa di essere intensamente maschile. Dopo un esordio di spezie di agrumi questo elisir dalle note di geranio, salvia e rosmarino ambisce a donare una scia riconoscibile, una nuvola d’incenso e patchouli. Il 2015 si caratterizza così da un Profumo profondo sofisticato, decisamente ed intensamente maschile, ultimo capitolo dalla freschezza minerale che simboleggia l’incontro del mare con la roccia, dentro cui si perde

ADG_PROFUMO_JASON_MORGAN_PORTRAIT

ADG_Profumo-Creative-packshot-1

Immagini courtesy of Giorgio Armani | Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Girl. Mamma di Gaia&Giada. Ingegnere. Travel addicted. Nata al mare ed incastrata in città. Credo nel web, nella valigia sempre pronta, nell'essere parte di un team e nella qualità del lavoro. Dirigo un magazine online con una redazione di 30 autori ed insegno ciò che ha fatto diventare la mia passione un lavoro.

Post correlati