La collezione autunno inverno 2013 firmata da 830sign prende origine dal dualismo che, costantemente, vive in ognuno di noi

 

basilea+bea short1

bakerite1

barbados+brigitte

 

Il doppio si mostra in forme di convivenza disturbata e si trasforma, in ambito stilistico, in una scelta iper­‐moderna caratterizzata da tre leitmotiv: la sovrapposizione, il contrasto e l’inserto destabilizzante, che si attuano nella scelta dei colori e dei tessuti. La silhouette è strutturata, rigida, raffinata pensata per una donna brillante, metropolitana, open mind e consapevole della sua ecletticità

 

brines 1

betulla+belle

bombay+belfast+baltasar1

 

I tessuti più tecnici e moderni si incontrano con fibre naturali, quelli fluidi si uniscono a tessuti armaturati, il pesante è in rivolta con il leggero, il rigido con il dinamico, in forme di stratificazioni, trasparenze, pannelli e spacchi. Il plisset viene reinventato in due varianti, una laccata ed una metallica, che conferiscono più grinta e contemporaneità alle pieghe del tessuto.
La maglieria, come sempre punto di forza del brand, si mescola all’avanguardia di punti e composizioni, evidenziando una ricerca penetrante che provoca ed incuriosisce, caratteristica del marchio 830 Sign

Gli accessori si fanno voluttuosi e chic, davantini e cappucci velano le identità, viene inserita la pelle in cinture doppie e con ampie tasche da sovrapporre ai capi, a complemento del look. Anche i colori giocano un ruolo fondamentale nella collezione, dove ancora incontriamo il contrasto tra i toni caldi e quelli freddi, i neutri come il ghiaccio si confrontano con l’ambra ed il verde bottiglia, il rosa antico carico e il cammello con l’off-­‐white. In questa collezione f/w il corpo è protagonista in qualità di materia plasmabile e mutabile dal capo stesso, terreno di lotta tra le diverse anime che lo compongono

 

birmania bis+bea short

boji

bolivia+berna+bea short1

bruxelle +barbara1

burgerite2