Hyundai ha fatto trapelare alcune indiscrezioni sulla sua prossima vettura, la Hyundai IONIQ. Si tratta di una vettura fortemente tecnologica e innovativa che segna un punto di partenza per la mobilit脿 del futuro secondo la casa coreana. La produzione di serie avverr脿 su tre linee: ibrido, 100% elettrico ed ibrido plug-in.

La struttura della vettura 猫 realizzata negli elementi critici in acciaio ad alta resistenza mentre nelle altre zone non critiche (cofano, portellone posteriore e sospensioni) contiene inserti in alluminio che permettono di risparmiare un鈥檌mportante quantit脿 di peso.

La vettura avr脿 doti di maneggevolezza molto elevate grazie al sistema di sospensioni multi-link con doppio braccio inferiore ed al posizionamento pi霉 intelligente del pacco batterie, ora collocato pi霉 in basso e pi霉 in avanti rispetto ad altre vetture ibride.

Per quanto riguarda il motore termico per prima volta verr脿 impiegato il nuovo 1.6 litri GDi serie 鈥楰appa鈥 capace di erogare 105 CV e sviluppato esclusivamente per i motori ibridi Hyundai. Questo capolavoro di tecnologia ha un鈥檈fficienza termica del 40% e grazie ad una iniezione diretta ad altissima pressione ottimizza al massimo il consumo di carburante e di conseguenza le emissioni di CO2.

Per quanto riguarda il motore elettrico viene impiegato un propulsore a magneti permanenti che eroga 43,5 cavalli e che 猫 alimentato da un pacco batteria ai polimeri di Litio ad alta capacit脿.

La trasmissione 猫聽 affidata ad un cambio DCT a doppia frizione che dovrebbe quindi garantire una guida fluida, cambi di marcia immediati e un鈥檕ttima dinamica di guida.

IONIQ_exterior IONIQ_interior

Articolo scritto e redatto da lingegnere聽| Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Chi ha detto che stare dietro le quinte sia noioso? Redazione 猫 un piccolo mondo di penne e menti attive che coordinano, insieme a Laura, la programmazione per theoldnow.it Instancabili e sempre ricchi di spunti noi di Redazione ci occupiamo di comunicati stampa, flash news, aggiornamenti e coordinamento degli autori! Vi sembra poco?

Post correlati