La Mer ha rinnovato e reso ancora più potente il suo The Concentrate. Il siero di culto che aiuta la pelle a non infiammarsi e a prevenire i segni visibili dell’invecchiamento prima che inizino.

Infatti, finita l’estate, dobbiamo tornare a pensare di proteggere la pelle del viso dagli attacchi provenienti dall’inquinamento.

Come per esempio le micro-polveri, che possono portare a una infiammazione, una delle prime cause dell’invecchiamento precoce. Infiammazione che può portare anche alla distruzione del collagene, rete di sostegno della pelle, generando la comparsa di linee e rughe.

In aiuto ci viene quindi il nuovo siero-barriera di La Mer. Innovato con il potere antiossidante del Lime Tea Concentrate, per offrire benefici raddoppiati, con la stessa texture lussuosa e vellutata. E con l’attivo The Stabilizing Ferment, nato da piante marine particolarmente resistenti, che aiuta a lenire e stabilizzare l’aspetto della pelle fragile e sensibile.

Attivi che, uniti al già conosciuto e amato Miracle Broth danno origine a un potente elisir. Il quale permette di lenire i segni visibili di infiammazione e a dare energia al rinnovamento naturale della pelle.

The Concentrate agisce come una barriera liquida, che aiuta a deviare gli agenti irritanti dannosi, permettendo alla pelle di ricostruire la sua barriera naturale. Nel tempo, la pelle infatti appare meno fragile, più compatta e visibilmente lenita. Ed è più forte nel contrastare gli agenti irritanti ambientali.

Potete usare il nuovo The Concentrate in diversi modi, dipende dal vostro bisogno. Per ottenere l’effetto barriera applicatelo sotto il vostro primo siero oppure sotto la crema idratante La Mer. Per calmare e lenire la pelle esposta a temperature estreme, applicatelo dopo aver sciato e dopo essere stati esposti al sole. E infine come primer da utilizzare prima del fondotinta Soft Fluid Long Wear SPF 20 di La Mer.

Articolo scritto e redatto da LAURA GUERRATO ǀ Tutti i diritti sono riservati

A proposito dell'autore

Milanese, anzi dell’hinterland, fin da piccola sogna di trasferirsi in Australia, ma ama troppo l’Italia per farlo davvero. Si accontenta di viaggiare ogni volta che ne ha l’occasione. Classicista dall’adolescenza, laureata in Spettacolo e Comunicazione, ama il cinema in tutte le sue forme e in particolare quello d’animazione, meglio se giapponese. Lavora per “Gli Inglesi”, scrive da quando ha imparato a farlo e non si fermerebbe mai

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata